Decluttering creativo

Una delle sfide che periodicamente mi ritrovo ad affrontare è l’utilizzo di materiali che, ormai lontani dal mio orizzonte creativo, occupano spazio in modo, per così dire, abusivo.
Si tratta per lo più di avanzi legittimi di sperimentazioni passate, di acquisti di impulso o di eredità preziose che non si sa mai mi tornino utili.
Visto quel che si diceva di recente non è poi così sorprendente che gli armadi della mia stanza delle meraviglie trabocchino letteralmente della qualunque.

Ciclicamente, dunque, mi passano per le mani materiali che utilizzavo anni fa ma che ora non mi rispecchiano più e oggi hanno trovato la loro collocazione nel mondo queste perle – in plastica sì, ma di ottima fattura- che acquistavo per le collane in corda e queste conchiglie per bigiotteria di cui mi ero innamorata senza un perché un fantastiliardo di secoli fa.

Diciamocelo, se lavorare con materiali pensati e acquistati ad hoc per un progetto specifico è indubbiamente la soluzione più lineare, vuoi mettere la soddisfazione del decluttering creativo?

Viv

 

Acido, acida 🎵

Amo i colori acidi, in particolare i verdi.
E mi piacciono le collane a nastro annodate con morbidi fiocchi che ricadono sulla schiena.

Parlar di collane, perle e accessori non è sempre facile in giornate come queste, ma se una piccola cosa ho imparato nei periodi bui è che la creatività è sempre stata l’alleata più preziosa e che tenere le mani occupate vale oro. Dunque curiamo il nostro spirito con i gesti rassicuranti del quotidiano e riempiamo i nostri occhi con tutta la bellezza che riusciamo a raccogliere intorno a noi.

In questo caso una bellezza un po’ acidula, come si diceva, che si consola con la morbidezza di un tessuto impalpabile.

Viv

Collana lunga e leggera

Questa è una collana adatta a tutte le stagioni. Facile da indossare grazie alle tonalità polverose che si sposano agli elementi dorati.

Semplice ed elegante sulla camicetta bianca, sul maglioncino grigio e persino con i toni caramello per via di quelle sfumature dell’agata che fondono i blu e i nocciola.

Acquamarina, quarzo, agata ed elementi dorati in ottone, collegati con nodi da orefice.

Viv

Collane in perle di carta

Tornano le perle di carta che avevo utilizzato un anno fa per gli orecchini a goccia.
Qui nel lab di Stravagaria funziona così, gli acquisti attendono pazienti a volte un anno, a volte un lustro o più. Trovano posto in una scatola o in un cassetto finché nasce un’idea che dà loro forma.
A queste belle perle rosso laccato e rosso India ho abbinato delle perle in ceramica sui toni del beige e dell’azzurro e dei cordoncini di cotone cerato.

Rosso lacca e beige per il girocollo morbido.

Rosso India e azzurro per la collana di lunghezza media con cordoncino bicolore.

Lo schema è simile per entrambe le collane ma cambiano le lunghezze e i dettagli nelle finiture. Del resto è difficile trovare tra le mie collane due accessori perfettamente uguali, a volta replico ma quasi sempre cambio qualcosa e comunque sia il “fatto a mano” è per sua natura unico persino nelle sue piccole imperfezioni.
Piccole, eh! Se no, per citare il papà di mio marito non si parla più di creazioni artigianali ma di slambrót*.

*per i non bresciani, pasticcio, lavoro non accurato.

Viv

Collana in fluorite e agata

Le feste pian pianino si sgranano, siamo appena entrati nel nuovo anno e attardarsi sul Natale non è cosa ma devo ancora mostrarvi l’ultimo dei miei regali handmade.
Questa collana è stato il primo regalo che ho “spuntato” dalla mia lista. L’ho fatta e ho pensato: “Questa la regalo alla mia mamma per Natale”.

All’inizio avevo inserito tra i distanziali dorati dei bicono color ametista ma trovo che questo color aranciato dia molta più luce alle trasparenze della fluorite e alle perle di agata viola.

Vi auguro una buona giornata, la prima di molte. Che sia anche il primo dell’anno in fondo è poco più di un dettaglio.

Viv