Pupazzi e angeli di neve

Sono tornati i pupazzi di neve Tilda e sono tornati nella versione maxi, quella che ho sperimentato tre anni fa -come passa il tempo!- raddoppiando il pattern di Tone Finnanger.

Questa volta però insieme ai pupazzi di neve sono arrivati anche gli angeli della neve.
Ve li presento ad uno ad uno cominciando con il pupazzo di neve in versione classica.

Ha un alberello in feltro verde in una mano e una scopetta di saggina sotto il braccio. Per proteggerlo dal freddo gli ho fatto indossare una sciarpa colorata e due paraorecchie verdi.

Gli fanno compagnia due angeli della neve.
Uno dei due ha i paraorecchie celesti, le sue ali sono grigio chiaro punteggiate di stelline bianche e regge un festone di fiocchi di neve.

L’altro ha ali giallo oro e al posto dei fiocchi di neve sulla ghirlanda si rincorrono delle piccole renne in legno. Per tutti e due ho lavorato con il tricottin una sciarpina di lana grigia che si sono rigirati ben bene intorno al collo.

Ed eccoli infine in un collage che mette in rimo piano i particolari di ciascuno.

Il pattern originale è di Tone Finnanger e misura in altezza circa una dozzina di centimetri. I miei pupazzi rivisitati sono alti il doppio.

Viv

Annunci

Un coniglietto per Teresa

Dopo il primo coniglietto continuavo a dirmi che era tempo di farne un altro ma come spesso accade l’occasione me l’ha data una mamma in attesa di una bimba che nascerà a dicembre.
Colori di riferimento rosa polveroso e grigio che sono quelli scelti per la cameretta, una cameretta vintage.

Quando si cerca di provare ad esaudire un desiderio la parte più difficile è senza dubbio la progettazione o, come in questo caso, la scelta delle stoffe.
Sono stata indecisa per un pomeriggio intero, continuando ad accostare tessuti e a immaginare l’effetto finale: un abitino grigio, per quanto di una tonalità tenue, sarebbe risultato un po’ spento sul beige della coniglietta, quanto al rosa non sarebbe stato facile azzeccare la nuance degli arredi, senza contare che tra i tessuti si sprecano i rosa baby e i lilla ma non è altrettanto facile trovare un rosa polveroso che non sia tinta unita.

Una cosa sola mi premeva: non volevo una coniglietta smorta, la volevo luminosa e allegra, che si sposasse bene con un ambiente dai colori eleganti.
Ed eccola qui, la coniglietta per Teresa.

Alla fine il rosa polveroso l’ho utilizzato per le orecchie e il retro del cuoricino su cui ho ricamato il nome della bimba, mentre l’abitino è tutto in sangallo bianco che con il grigio è perfetto ed ha quel tocco retrò che piace alla mamma.

Alla fine ho sistemato il cuoricino a tracollina perché lo preferisco così.

Un tocco di fard ed eccola pronta per conoscere la sua nuova amica.

E quando Teresa farà la nanna avrà due occhi in più a vegliarla.
Il pattern, lo ricordo, è quello di Tone Finnanger.

Viv

Cat angels

Cat angels ovvero i gatti-angelo Tilda style che ho già realizzato in passato.
Ancora una volta in lino grezzo dalla trama lievemente irregolare e siccome mi è ancora difficile scegliere tra la versione grigia e quella beige ho finito per farle entrambe, giusto per variare il dettaglio delle ali.

Eccoli qui: beige e lilla, grigio e azzurro.

collage_fotor_fotor

Viv

Cute Whales

Chi lo dice che a Pasqua si devono regalare solo ovetti e colombe?
Dal libro “Tilda’s Toy Box” sono in arrivo le cute whales di Tone Finnanger, graziose balenottere di stoffa per i più piccoli.

IMG_0087_Fotor

L’unica modifica rispetto al modello Tilda sono gli occhi: li ho spostati verso le pinne e li ho contornati a punto scritto ombreggiandoli con delle ciglia civettuole.

Viv

Chi va piano…

Tra una borsa e l’altra mi diletto con le lumachine Tilda.

Quando ero piccola mi piaceva sfiorare le piccole antenne per farle rintanare all’interno della spirale e poi aspettavo con pazienza che facessero nuovamente capolino.

Sono creature affascinanti, che da sempre mi fanno pensare alle distese di prati fioriti delle mie estati di bambina.
Forse per questo la lumachina di oggi ha una bella casetta verde con piccoli fiorellini rosa.

IMG_1085_Fotor

Viv

Lumachina per R.

La chiocciola è stata il primo pupazzo Tilda con il quale mi sono cimentata.

Da qualche settimana avevo voglia di riproporla e l’occasione è arrivata in questi giorni, pensando ad un regalino per la figlia di un’amica.

Tra blogger spesso non ci si conosce personalmente ma il contatto giornaliero fa sì che si stringano legami di simpatia che piano piano diventano sempre più reali.
Chissà che prima o poi non ci si ritrovi a far due chiacchiere davanti ad un dolcetto e ad una tazza di caffè; con qualcuna è già successo, con altre il progetto è sulla rampa di lancio.

Frattanto si muovono pacchetti attraverso la penisola, l’ultimo conteneva anche questa lumachina che si porta appresso una casetta tutta fiorita.

IMG_6283_Fotor_Collage_Fotor

Che dite, ha esagerato un po’ con il fard?

Viv

Muffin dietetici

Sui blog di moda fanno capolino i tessuti leggeri, sui blog di cucina si affacciano timidamente le prime ricette light. Tempo un mese anche tv e magazine cominceranno a ricordare ossessivamente che si avvicina il momento della prova costume.

Dal canto mio, con questi muffin sono certa di non indurre in tentazione nessuno tutt’al più vi verrà voglia di cucirne un paio.
Nel caso armatevi di santa pazienza perché, anche se si tratta di un lavoro relativamente veloce, nasconde qualche piccola insidia, soprattutto -date le dimensioni- nella cucitura in tondo del fondo e in misura minore negli smerli che devono risultare regolari e distesi.

IMG_1045_Fotor

Ho riempito l’intera base del cupcake con il riso perché mi piace siano stabili come dei fermacarte e alla sommità ho cucito una rosellina in lino.

Deliziosi anche come fermaporte a patto di ingrandire sensibilmente il pattern.

IMG_1047_Fotor_Collage_Fotor

Viv