Gatti alla finestra #1

Da un avanzo di tessuto stampato arrivano i gatti alla finestra.
Ne ho ritagliati una decina e il primo si è sistemato sull’astuccio a pois celesti.

Fondo rinforzato con una striscia di jeans scuro, charm a forma di gattino sul cursore della zip, per l’interno una stoffa a fiorellini di Tiger, la stessa che vedete in foto.

Questo e i prossimi astucci con le appliquè dei gatti alla finestra andranno a sostenere il “progetto cucce” e a questo proposito è arrivato il momento di presentare Dafne.
Ma facciamo un piccolo passo indietro.

L’anno scorso insieme a una ventina di cuccioli recuperati dalla colonia sono state prelevate e sterilizzate diverse femmine, una era in stallo a casa mia e per una serie di motivi non è stato possibile reimmetterla sul territorio. Accantonata l’ipotesi del reintegro in colonia abbiamo cominciato a vagliare soluzioni alternative ma, anche per i non addetti ai lavori, è facile immaginare quanto sia complicato trovare adozioni consapevoli ad un gatto selvatico che non si lascia avvicinare.
Troppo spaventata per un percorso in gattile -sarebbe rimasta mesi e mesi nascosta in un angolino- ha perciò finito col diventare il quinto membro della nostra famiglia felina.

Per mesi, con la grande eccezione di figlia #1 che è diventata da subito la sua umana di riferimento, è stata una “gatta invisibile” e nel corso di quest’anno ha imparato ad apprezzare le gioie di una vita confortevole e senza pericoli.

Ogni piccola interazione con lei è stata ed è tuttora un grande traguardo ma certi gatti cresciuti in strada la diffidenza se la portano addosso come una seconda pelle e hanno sempre una serie di nascondigli pronti ad ogni rumore sospetto.
Vero, Dafne?

Viv

Berretto o scaldacollo?

Grazie ai preziosissimi video di Emma Fassio continuano i miei esperimenti con i ferri circolari ma, insieme alle nozioni arriva anche la consapevolezza e, come evitarlo, nuovi acquisti.
Già, perché va da sé che non tutte le lane hanno lo stesso spessore e quindi un solo paio di ferri circolari non basta, vero? Per non parlare del fatto che per realizzare un berretto occorrono anche i ferri a due punte -anche qui, mica ci avevo riflettuto che di diminuzione in diminuzione arriva il momento in cui non si riescono più ad utilizzare i ferri circolari- perciò per il momento ho ripiegato su questo modello diritto che è sì un berretto ma all’occorrenza si trasforma in scaldacollo e viceversa.

collage_fotor_fotor

La mia modella ne indossa due, uno come cappello e uno come scaldacollo, al quale ho aggiunto qualche riga a coste due per due vicino al bordo.
Il cordoncino e le noccioline sono lavorati all’uncinetto; il cordino è inserito tra le maglie e tirandolo prende forma il cappellino.

Viv

Un letto di fiori

In un tripudio di fiori azzurri arrivano le ultime tre cucce.

IMG_0327_Fotor

Delle cucce ho già parlato diffusamente qui, qui e qui, oggi invece voglio ringraziare Paola, un’amica che ha subito abbracciato il progetto mettendo a disposizione stoffe e scampoli per permettermi di continuare a sostenere con il mio lavoro i mici di strada.

Il servizio fotografico è sbrigativo ma, lo vedete, il controllo qualità è incalzante e non faccio in tempo a posizionare a terra una cuccia che subito Lily si sente chiamata in causa per testare il confort del tessuto e dell’imbottitura.

Collage_Fotor_Fotor

Ed anche questa volta direi che posso considerarmi promossa o forse la verità è che su un letto di fiori si dorme meglio.

Viv

Mal d’Africa

Ancora cucce, sempre per il piccolo progetto di solidarietà a cui mi sto dedicando in questi mesi.
Questa volta il tema è l’Africa con una stoffa dai colori caldi del deserto e della savana su cui si rincorrono rinoceronti, elefanti, antilopi, ippopotami e ovviamente leoni.
Per i nostri felini di casa non dovrebbe essere poi così male riposare in loro compagnia.

Collage_Fotor_Fotor_Fotor

Tutti i dettagli sulle cucce li trovate nel post dedicato al tutorial di questi cuscini.

Alcuni dei mici della colonia a cui è legato questo progetto di cucito solidale hanno deciso di farsi conoscere e, in ordine sparso, vi presento Penelope, Ulisse e Berenice.

Collage_Fotor_Fotor

Viv

Aggiornamento “progetto cucce”

Ecco le ultime due cucce nate in seno a questo progetto di solidarietà, qui il tutorial per realizzare la cuccia con le vostre mani.

I “micetti” hanno già trovato casa, le “nuvole” aspettano di essere adottate.

Collage_Fotor_Fotor

Altre cucce sono in fase di lavorazione, alcune con un’imbottitura in sfere di polistirolo e altre con l’ovattina. La differenza la si nota quando il gatto prende posizione: nell’ovatta il micio sprofonda avvolto dal cuscino, le sfere invece lo sostengono come in una poltroncina.

Le mie gatte le adorano in entrambe le versioni e le testano volentieri nelle foto per il blog.

IMG_6824_Fotor

La vendita di queste cucce contribuisce al sostentamento dei mici di una colonia felina.
L’obiettivo? Trovare casa ai gatti più docili e fiduciosi e limitare la nascita di nuovi gattini con le sterilizzazioni.

Viv