Three of a kind

Questo tris di tovagliette americane mi ha fatto sudare sette camicie per il gran numero di abbinamenti e cuciture, del resto i ritagli, si sa, sono capricciosi e amano farsi corteggiare.
Il risultato però è un’esplosione di allegria! 

Era stato espresso un unico desiderio: che fossero colorate.
E dunque eccole qui, coloratissime, ciascuna con una nota dominante e una combinazione di incastri diversi. 


Viv 

 

La colazione è servita

Quest’anno non l’ho neppure sentita arrivare, la primavera. Dall’Epifania il tempo ha dapprima raddoppiato la sua corsa con la mamma ricoverata per una doppia frattura mentre avevo ancora le dita luccicanti di porporina, poi, da febbraio inoltrato, si è quasi fermato imprigionando anche le piccole certezze quotidiane in una bolla che ci tiene lontani dalle persone che amiamo e che vorremmo sapere al sicuro.

Eppure, nonostante il tempo quest’anno pesi come un macigno, la primavera si sta avvicinando e comincia la stagione del giardinaggio anche per chi si limita a zappettare nei vasi del terrazzo. Io non ho molte piante da accudire, mai avuto il pollice verde, ma
intorno all’ultimo scampolo a tema “gardening” ho cucito una tovaglietta americana patchwork.

Colori caldi, luminosi e la colazione perfetta è servita con un abbraccio a tutti voi che continuate a passare a trovarmi.

Viv

Baby placemat

Mini tovaglietta americana o mug rug? Dipende.
Per un bambino è una tovaglietta, per un adulto un mug rug, infatti nei punti di massima estensione misura 30 x 21 centimetri.

Il mug rug, che nei paesi anglosassoni è più diffuso che da noi, è una tovaglietta di piccole dimensioni, solitamente rettangolare, su cui trova spazio la tazza di tè/caffè con un dolcetto a lato.
Si usa per la colazione, la merenda, il break di metà mattina o il rito serale della tisana. È utile ma soprattutto crea subito l’atmosfera giusta che invita a godersi la pausa.

Il leit motiv di questi mini quilt sono gli animalini intorno ai quali si sono stretti i ritagli patchwork in un arcobaleno di colori allegri.
Abbiamo l’uccellino Pacifico, il rinoceronte Rosa, la zebra Felice e il bradipo Modestino.

Nell’ultima foto vi mostro il retro.
E lo sbieco? Ovviamente è fatto a mano, del resto non si chiama handmade per nulla.

Viv

Large coaster for tea or coffee

In questo periodo si parla molto di smart working, i tavoli di casa si sono trasformati in scrivanie da lavoro e il coffee break si è spostato tra le mura domestiche.
Dunque largo al sotto-tazza.

Solitamente il mug rug é rettangolare e ci sta comoda la tazza con la bevanda preferita e un dolcetto,  questi invece direi che sono una sorta di sottobicchieri taglia large.

La misura é più o meno quella delle presine da cucina e scommetto di non essere la sola ad averne utilizzata qualcuna per proteggere al volo una superficie di legno dai cerchi indelebili che lasciano tazze e bicchieri.

Ho ridisegnato la tazza a mano libera per rimpicciolirla ma è la stessa tazza “Tilda” che campeggiava su questo copriteiera. Ne ho approfittato per esercitarmi nella tecnica dell’applicazione e della cornice ad angoli squadrati (lo so, andrebbero cuciti i lembi diagonali con il punto invisibile ma la verità é che a me il piccolo soffietto che si crea tra i due lembi non dispiace).

Godetevi una pausa tra le margherite!

Viv

Violette alla lavanda

In queste settimane sto dando spazio a lavoretti che non richiedono troppa continuità: il ricamo infatti per sua natura può essere lasciato in sospeso senza soffrirne e l’assemblaggio di questi sacchettini profumati non richiede tempi lunghi alla macchina da cucire.
Il motivo è presto detto: ho la mamma ricoverata per una brutta caduta con frattura di femore e polso perciò la mia routine quotidiana ha subito dei cambiamenti piuttosto drastici.

I momenti in craft room mi aiutano a ricaricare le batterie e a mantenere l’equilibrio perciò, seppure a scartamento ridotto, continuo a coltivare la mia oasi di bellezza in attesa di riprendere a pieno ritmo i progetti in sospeso.

Oggi violette, anche se il cuore di questi sacchettini è sempre imbottito di lavanda.

Le violette sono tratte da una ghirlanda pubblicata su “Fleurs et plantes aromatiques” di M. Bonnin, V. Enginger, C. Lacroix.

Da mettere in un cassetto o da appendere nell’armadio, scegliete voi.

Viv

Rose alla lavanda

Le rose sono ricamate sull’involucro e la lavanda è all’interno.
Altro petit cadeau per amiche romantiche che amano profumare il guardaroba con un pizzico di civetteria.

Questi sachet parfumé sono adatti anche come bomboniere, per esempio sostituendo il ricamo floreale con le iniziali degli sposi, o possono custodire direttamente i confetti.

La lavanda è contenuta in un filtro da tè inserito nella “federa” ricamata ed è sostituibile all’occorrenza secondo lo schema felicemente collaudato qui.

Il piccolo ricamo é tratto da “Mon journal au point de croix” di Sophie Bester-Baqué e Véronique Enginger.

Viv

Profuma biancheria alla lavanda

Se il buongiorno si vede dal mattino, questo 2020 è iniziato decisamente in salita.
Le mie giornate attualmente ruotano intorno alle emergenze familiari e i nuovi progetti dovranno aspettare tempi migliori ma sono riuscita a ritagliarmi qualche ora in craft room per ricaricarmi.

Niente di complicato, solo un paio di sacchetti profuma biancheria alla lavanda.

Il ricamo è un dettaglio minimalista tratto da un pannello di Cuore e Batticuore interamente dedicato alla lavanda.

I sacchettini sono pensati per essere ricaricabili, così regaliamo una vita più lunga al ricamo   e abbracciamo logiche di minor spreco.  Per questo motivo hanno un’apertura sul retro che consente di rinfrescare l’imbottitura sostituendo la lavanda quando, col passare dei mesi,  si affievolisce il profumo.

Per rendere più agevole l’operazione ho utilizzato i filtri da tè in carta che si acquistano per le miscele sfuse nei negozi specializzati. In alternativa potete creare un involucro piatto usando il tulle delle bomboniere, l’importante è che la lavanda sia libera di respirare.

Viv