Tutorial roselline in feltro

Dopo le roselline, ecco il tutorial per realizzarle.

Occorrono due pezzi di feltro leggero, per la rosa e per le foglie.

Disegnare a mano libera una spirale direttamente sul feltro (1) utilizzando un pennarello per stoffa. Sono pennarelli solubili in acqua il cui inchiostro scompare tamponando leggermente con un panno appena inumidito, senza lasciare traccia sul tessuto.
Non occorre che la spirale sia perfetta. Le variazioni nel diametro e nella distanza della spirale determineranno le differenze tra una rosellina e l’altra.

Tagliare lungo la spirale (2) e cominciare ad arrotolarla partendo dall’esterno, mantenendo la base piatta (3).

Incollare il fondo, nel mio caso ho usato una colla vinilica non diluita, chiudendo con l’estremità sferica (4).

FullSizeRender-2_Fotor_Collage_Fotor

Per le foglie tagliare una sorta di elica sul feltro verde, per individuare le dimensioni approssimative prendete come riferimento il diametro iniziale della spirale (5).

Piegare come nelle foto (6, 7, 8) per creare le due foglie. L’estremità a destra si avvita intorno all’altra fogliolina.

FullSizeRender-13_Fotor_Collage_Fotor

Cucire le foglioline posizionandole sotto la rosellina in modo che sporgano dai petali (9)

La rosellina è finita. Potete fissarla direttamente al supporto scelto oppure regalarle una vita nomade aggiungendo una spilla da balia alla base avendo cura che rimanga invisibile (10, 11).

FullSizeRender-15_Fotor_Collage_Fotor

Eccola pronta per decorare i vostri cappelli preferiti, scaldacollo, maglioncini, borse e quanto di meglio vi verrà in mente.

Viv

NB: Per realizzare un tutorial occorrono tempo e pazienza. Se utilizzi questo tutorial metti il link al mio blog in segno di apprezzamento per il mio lavoro.
Grazie

Tutorial cuscinetto portachiavi

Qualche tempo fa mi è stata chiesta qualche dritta per cucire un portachiavi con inserto ricamato come quelli che da settimane imperversano sul mio blog e, visto che ogni promessa è debito, ecco un tutorial per realizzare passo passo un cuscinetto che potrà diventare puntaspilli, portachiavi o decorazione da appendere.
Mi sono volutamente dilungata su alcuni dettagli -come la cucitura finale- ma, come mi è stato ricordato, quando si è autodidatti anche una foto in più può essere utile.
Cominciamo?

Realizzare un piccolo ricamo dalle dimensioni compatibili con quelle del portachiavi.
Ricavare un rettangolo di tessuto largo quanto la tela da ricamo la cui lunghezza varierà secondo il nostro gusto, indicativamente a lavoro finito potrebbe misurare un terzo della lunghezza complessiva. (foto 1)
Stabilire la distanza a cui si desidera cucire la stoffa rispetto al ricamo e segnare con uno o due spilli a rovescio seguendo la trama della tela. (foto 2)
Mettere le due stoffe diritti contro lungo il bordo, spillare e cucire a piedino seguendo con attenzione la linea tracciata sulla trama della tela da ricamo. Lo spillo va tolto prima che finisca sotto il piedino. (foto 3 e 4)

foto 4_Fotor_Collage_Fotor

Stirare piegando i lembi cuciti in modo che rimangano coperti dalla stoffa e non si intravedano sotto il ricamo a lavoro ultimato. (foto 5)
Aggiungere la passamaneria posizionandola con uno spillo sulla stoffa sotto la linea della cucitura precedente. Cucire sul diritto, accompagnando la cucitura per mantenere in posizione. (foto 6)
Tagliare nel cotone un rettangolo per il retro uguale a quello ottenuto. Il mio è già visibile nella foto 1.

Per il bindello, tagliare un rettangolo di cm 6 per cm 10.
Piegare a metà la lunghezza e stirare (foto 7), piegare nuovamente verso il centro le due metà ottenute e stirare (foto 8).
Cucire il lato aperto e fare la stessa cucitura sull’altro lato per simmetria (foto 9).

foto 3_Fotor_Collage_Fotor

Segnare il centro sulla sommità del cuscinetto e posizionare il bindello tra le due parti del lavoro davanti diritti contro. L’asola deve restare all’interno, come da foto 10.
La piegatura che si vede in foto è la linea ideale di cucitura della sommità del cuscinetto.
Cucire sopra il bindello per evitare che cucendo fronte e retro perda la centralità (foto 11).
Sovrapporre il retro, diritti contro e cucire i lati lasciando una piccola apertura sul fondo sufficiente per rivoltare.
Spuntare gli angoli in modo da garantire uno spigolo pulito sul diritto (foto 12).
Rivoltare sul diritto e far uscire gli angoli aiutandosi con un bastoncino non appuntito, un uncinetto o altro. Stirare e portare a filo verso l’interno i bordi dell’apertura.

foto 3_Fotor_Collage_Fotor1

Imbottire e cucire con piccoli punti nascosti. La foto 13 indica il primo punto, in cui passo il filo annodato per bloccarlo in modo invisibile all’interno della cucitura. Poi il lavoro va girato e si procede, con piccoli punti in parallelo, a richiudere i due lembi di tessuto.

foto 5-1_Fotor_Collage3_Fotor

Et voilà! Il portachiavi è pronto per essere sfoggiato!

foto 5_Fotor

Viv

NB: Per realizzare un tutorial occorrono tempo e pazienza. Se utilizzi questo tutorial metti il link al mio blog in segno di apprezzamento per il mio lavoro.
Grazie