Summer city bag

Da tempo questa borsa era nella mia to do list, più o meno dalla prima volta che mi capitò di incrociarla sul blog Stashmania, a cui sono debitrice del pattern e del tutorial.
Ecco qui, dunque, la mia versione della City tote bag di Martina.

IMG_1370_Fotor

Si tratta di una borsa a barchetta, pensata per l’estate anche nei colori.
All’interno era già prevista la taschino con ripresa che richiama il motivo a pieghe dell’esterno.
La completano una chiusura a calamita e dei manici in ecopelle che aggiungono un tocco di praticità e di eleganza.

IMG_1369_Fotor_Collage_Fotor

L’assenza del link al tutorial non è una dimenticanza da parte mia. Purtroppo ho scoperto che attualmente il blog è accessibile unicamente su invito e non è più possibile scaricare liberamente le spiegazioni così come avevo fatto io tempo fa.

Viv

“C” summer bag

Arriva la terza ed ultima borsa per la vacanze realizzata con il tessuto a rigoni Ikea.
Qui e qui trovate le altre due.

Questa borsa rispetto alle precedenti, è più strutturata perché ho utilizzato un interfacing più consistente, infatti l’idea era di creare una borsa estiva che all’occorrenza facesse bella figura anche al di fuori della spiaggia, quando ci piace essere un po’ meno stropicciati.

IMG_1138_Fotor

La personalità di questa borsa è tutta nella cifra a punto croce su lino naturale, un abbinamento romantico che contrasta piacevolmente con lo stile allegro del tessuto rigato, accentuato dalla passamaneria e dai bottoncini cuciti in rosso.

Il citrullo beige a piccoli pois bianchi è una broche che ho appuntato sotto uno dei manici.
Da mettere e togliere secondo l’estro della giornata, magari spostandolo dalla borsa al cappello.

IMG_1141_Fotor_Collage_Fotor

Anche in questo caso non manca una capiente trousse coordinata per i piccoli oggetti ma ho aggiunto anche una fila di taschine nella fodera interna.

IMG_1159_Fotor_Collage_Fotor

Viv

Stessa spiaggia, stesso mare

E soprattutto stesso tessuto Ikea con cui ho inaugurato la stagione estiva delle borse da mare.
Stavolta i pois all’interno sono azzurri, come il mare e il cielo che incorniciano le lunghe giornate in spiaggia.

IMG_1173_Fotor

Una coulisse laterale per stringere l’apertura della borsa e tanto spazio interno per asciugamani, riviste e creme solari.
Sulla fascia centrale, in lino naturale, una scritta in stampatello ricamata a punto stitchery e sul retro due bottoncini azzurri.

IMG_1184_Fotor_Collage_Fotor

Niente tasche interne ma un moschettone fissato all’interno della fodera, a cui potrà essere agganciata la pochette che per coordinarsi con la borsa si veste di azzurro e raddoppia con una bustina piatta.

IMG_1191_Fotor_Collage_Fotor

Come la borsa con le bandierine anche questa beach bag è capiente e al contempo luggage friendly perché in men che non si dica si fa sottile e discreta per trovare posto anche nella valigia più stracolma.

Viv

Shopper, il regalo giusto

I regali devono essere utili, originali e soddisfare entrambe le esigenze con una spesa contenuta.
E allora perché non una shopper per il lavoro e per il tempo libero?

Le ultime nate utilizzano un tessuto Ikea molto robusto in una fantasia stilizzata di rami e foglie nelle tonalità del nero del bianco e del beige.
A grande richiesta hanno i manici lunghi, per essere portate comodamente a spalla e si chiudono a portafoglio come le precedenti.

Sono tre, con piccoli particolari diversificati nell’elastico e nel bottone.

IMG_0241_Fotor_Collage_Fotor

Viv

Ancora portatorte

I quadrettoni rossi fanno allegria e richiamano le tovaglie delle locande di provincia e i pic-nic estivi.

Misure leggermente rivedute e corrette per questa versione che può ospitare anche pirofile ovali e rettangolari di dimensioni maggiori.
Tessuti Ikea sia per l’esterno a quadretti che per l’interno in tinta unita e una bella scritta vivace rubata da un vecchio numero de “Le idee di Susanna”.

Stessi tessuti per questa variante dedicata esclusivamente alle tortiere.
La tela ricamata in questo caso non è sovrapposta alla struttura del portatorte ma è parte integrante del modello.
La frase del ricamo è un’idea trovata in rete ma l’ho creata utilizzando questo alfabeto che si presta perfettamente alle scritte corsive che a me piacciono più di quelle in stampatello.
I biscotti con il fiocchetto sono tratti dal libro “Douceurs et gourmandises” di Véronique Enginger ed anticipano i dolcetti natalizi.

E per aggiungere dolcezza a dolcezza ringrazio di cuore “Le vie del gusto” e “Ghost Tomato” che mi hanno conferito il premio 100% affidabile quasi in simultanea. Vale a dire 200% affidabile!

Viv