Pupazzi e angeli di neve

Sono tornati i pupazzi di neve Tilda e sono tornati nella versione maxi, quella che ho sperimentato tre anni fa -come passa il tempo!- raddoppiando il pattern di Tone Finnanger.

Questa volta però insieme ai pupazzi di neve sono arrivati anche gli angeli della neve.
Ve li presento ad uno ad uno cominciando con il pupazzo di neve in versione classica.

Ha un alberello in feltro verde in una mano e una scopetta di saggina sotto il braccio. Per proteggerlo dal freddo gli ho fatto indossare una sciarpa colorata e due paraorecchie verdi.

Gli fanno compagnia due angeli della neve.
Uno dei due ha i paraorecchie celesti, le sue ali sono grigio chiaro punteggiate di stelline bianche e regge un festone di fiocchi di neve.

L’altro ha ali giallo oro e al posto dei fiocchi di neve sulla ghirlanda si rincorrono delle piccole renne in legno. Per tutti e due ho lavorato con il tricottin una sciarpina di lana grigia che si sono rigirati ben bene intorno al collo.

Ed eccoli infine in un collage che mette in rimo piano i particolari di ciascuno.

Il pattern originale è di Tone Finnanger e misura in altezza circa una dozzina di centimetri. I miei pupazzi rivisitati sono alti il doppio.

Viv

Bonhomme de neige for Xmas

Vi ricordate questi pupazzi di neve?
In questi giorni ne sono nati altri tre, di cui uno soltanto ha le dimensioni suggerite dal pattern originale di Tone Finnanger che l’ha pensato alto appena un palmo.
Che ne dite? Non vi pare che la versione grande sia di gran lunga più accattivante?

IMG_0274_Fotor

Per realizzarla ho ridisegnato lo schema ingrandendo, e non di poco, il modello originale e poi mi sono sbizzarrita a cercare tanti mini accessori.

Una lanterna per il pupazzo di neve romantico che abbraccia il cuore.

IMG_0292_Fotor_Collage_Fotor

Una scopa di saggina ed un bel biscottone a forma di stella con la granella di zucchero.

IMG_0285_Fotor_Collage_Fotor

Un festone con stellina e palline di legno per il pupazzo piccino con una lunga sciarpa rossa.

IMG_0295_Fotor_Collage_Fotor

E come sempre, paraorecchie colorati per tutti e un bel naso arancione realizzato con la punta di uno spiedino in legno.

Lo schema del pupazzo piccolo si trova sul libro “Cucito creativo per il Natale” di Tone Finnanger da cui ho già realizzato la renna e gli omini pan di zenzero.

Viv

Christmas ornaments #3

Quest’anno la neve si è fatta vedere solo sulle cime delle lontane Prealpi che incorniciano il panorama sul quale si affacciano le mie finestre.
Non amo la neve se non nei suoi aspetti scenografici e naturalistici ed in città è una vera jattura, quindi non posso certo dirmi delusa soprattutto perché, prendendo a pretesto la terza tappa della mia personalissima maratona di ornamenti natalizi, ho compensato con questo “Fa la la”, schema free di Plum Pudding Needleart.

foto 4_Fotor_Collage_Fotor

Un piccolo fuoriporta allegro e colorato, uno dei miei preferiti a tema natalizio con i pupazzi di neve.

Viv

Aspettando la neve

Da giorni le previsioni meteorologiche promettono neve.
A parte gli aspetti romantici, non ho mai amato molto la neve in città perché la bellezza da cartolina delle prime ore si trasforma in poltiglia e ghiaccio nel giro di una nottata e i disagi legati alla viabilità si sprecano per settimane.
L’unica differenza rispetto al passato è la vicinanza con il parco recintato più esteso d’Europa per cui, nel caso, mi regalerò la suggestione di una lunga passeggiata per i suoi viali innevati.
Nel frattempo questi tre omini “Tilda” sono l’unica neve di stagione a Monza e dintorni.

Viv