Blueberry cupcake keyring

A volte capitano tra le nostre mani degli scampoli di stoffa che ci piacciono subito tantissimo. È quello che mi è successo con questo, che ha delle bellissime tonalità di azzurro e di lilla.
Dopo il portachiavi con i myosotis ero alla ricerca di un altro ricamo da abbinare all’ultimo ritaglio e mi sono ricordata di questo cupcake coi mirtilli che avevo addocchiato diverso tempo fa.

Il portachiavi è sempre maxi, infatti il cuscinetto misura cm 10 x cm 8.

Questo pasticcino violetto è un particolare del pannello “Cup Cakes” di Soda Stitch, designer a cui ritorno sempre volentieri perché i suoi schemi mi ricordano le illustrazioni di un libro per bambini e mi mettono allegria.

Viv

Violette alla lavanda

In queste settimane sto dando spazio a lavoretti che non richiedono troppa continuità: il ricamo infatti per sua natura può essere lasciato in sospeso senza soffrirne e l’assemblaggio di questi sacchettini profumati non richiede tempi lunghi alla macchina da cucire.
Il motivo è presto detto: ho la mamma ricoverata per una brutta caduta con frattura di femore e polso perciò la mia routine quotidiana ha subito dei cambiamenti piuttosto drastici.

I momenti in craft room mi aiutano a ricaricare le batterie e a mantenere l’equilibrio perciò, seppure a scartamento ridotto, continuo a coltivare la mia oasi di bellezza in attesa di riprendere a pieno ritmo i progetti in sospeso.

Oggi violette, anche se il cuore di questi sacchettini è sempre imbottito di lavanda.

Le violette sono tratte da una ghirlanda pubblicata su “Fleurs et plantes aromatiques” di M. Bonnin, V. Enginger, C. Lacroix.

Da mettere in un cassetto o da appendere nell’armadio, scegliete voi.

Viv

Maxi portachiavi

Il Bello aiuta il Bene. Me l’ha scritto una persona che ho conosciuto grazie a queste finestre virtuali con cui si stringono tanti rapporti veri.
E sapete una cosa? L’ho sempre pensato anche io. Sono sempre stata grata della bellezza che incrociavo nella mia vita, ho sempre sostenuto che vivere affacciati su un bel panorama renda le giornate migliori e che l’arte guarisca molte ferite, così come le parole scelte con cura.
Questa stessa cura io l’ho messa per scegliere il ricamo che si sposasse perfettamente con la cotonina di questo maxi portachiavi.
Maxi perché è un po’ più grande di quelli che cucio solitamente, più facile da trovare nel caos delle nostre borse ma ugualmente leggero e certamente non troppo ingombrante.

Il ricamo è tratto da una rivista russa scritta in cirillico, perciò non so per certo di che fiore si tratti. Opterei per il myosotis, altrimenti detto non ti scordar di me , anche perché lo schema originale è in azzurro, ma mi sono presa una licenza e ho accentuato la sfumatura violacea che, per altro, esiste anche in natura.

Di questi piccoli fiorellini ho sempre apprezzato il loro sottrarsi alle brame di chi li vorrebbe addomesticare nell’acqua di un bicchiere. Sono creature delicate che sopravvivono solo in natura o, nella migliore tradizione romantica, tra le pagine di un libro.
Un po’ come i papaveri.

Viv

Profuma biancheria alla lavanda

Se il buongiorno si vede dal mattino, questo 2020 è iniziato decisamente in salita.
Le mie giornate attualmente ruotano intorno alle emergenze familiari e i nuovi progetti dovranno aspettare tempi migliori ma sono riuscita a ritagliarmi qualche ora in craft room per ricaricarmi.

Niente di complicato, solo un paio di sacchetti profuma biancheria alla lavanda.

Il ricamo è un dettaglio minimalista tratto da un pannello di Cuore e Batticuore interamente dedicato alla lavanda.

I sacchettini sono pensati per essere ricaricabili, così regaliamo una vita più lunga al ricamo   e abbracciamo logiche di minor spreco.  Per questo motivo hanno un’apertura sul retro che consente di rinfrescare l’imbottitura sostituendo la lavanda quando, col passare dei mesi,  si affievolisce il profumo.

Per rendere più agevole l’operazione ho utilizzato i filtri da tè in carta che si acquistano per le miscele sfuse nei negozi specializzati. In alternativa potete creare un involucro piatto usando il tulle delle bomboniere, l’importante è che la lavanda sia libera di respirare.

Viv

Tra le margherite

Questo ricamo riposava da molti anni nel mio cassetto delle meraviglie. E di meraviglia davvero si tratta perché è uno schema bellissimo di Priscilla Hillman, di quelli che “rubano” ore anche solo per i dettagli. Da qualche anno ormai non utilizzo più la tela Aida e se mai decidessi di duplicarlo, ora come ora lo riprodurrei su fili contati, ma devo ammettere che questo ricamo è talmente bello che anche con la Aida  a quadretti piccini rende benissimo.

Volevo regalargli un’opportunità e così ho deciso di incorniciarlo. Ho scelto una fascia di tessuto verticale che si intona perfettamente al ricamo e alla cornice bianca di Ikea e ho rifinito con una passamaneria delicata come i petali di quei fiorellini.

Viv

Fatine di Natale

Cercare il ricamo adatto per dimensioni e soggetto è uno dei momenti centrali del processo creativo di queste palline.

Colori, abbinamenti, dettagli, ogni particolare fa la differenza eppure quando, superato ogni bivio, rigiro tra le mani il frutto di quelle scelte la domanda è sempre la stessa.
Piacerà? Riusciranno a vederci quello che ci ho visto io, che ho fatto mille accostamenti per trovare il tessuto adatto, che ho sostituito il nastrino perché non mi convinceva, che ho messo a soqquadro la craft room per trovare il bottone giusto?

Questo è un regalo per un’amica speciale e per la sua nipotina.

Lo schemino della fatina é di Lucie Heaton con una piccola modifica da parte mia.

Viv

Pettirosso natalizio

Archiviati Halloween e il ponte dei morti siamo ufficialmente pronti per cominciare a pensare ai regali e al panettone.
Non mi sembra possibile che tra meno di un mese sarà già ora di tirar fuori gli addobbi dalla cantina ma d’altro canto so per certo che è sicuramente tempo di mettere mano ai ricami natalizi.

E così tornano le palline con l’anima in polistirolo, le stesse palline che proprio non sopporto in versione patchwork anni Novanta e che invece mi piacciono tanto in questa veste minimalista a spicchi con il ricamo a punto croce.

Questa volta il protagonista è un piccolo pettirosso avvolto in una sciarpina.

Viv