Nuova vita in cucina

La cucina si veste di nuovo con un set di accessori dai colori vivaci.
Ho scovato un tessuto d’arredo che mi è piaciuto alla prima occhiata.
La stampa è un collage di pubblicità ortofrutticole di sapore un po’ vintage e ben si presta per realizzare asciughini, presine e portatorte.

foto 2-2_Fotor

L’asciughino è un modello ricavato da un acquisto effettuato in un negozio di teleria che avevo già utilizzato in passato mentre le presine a cappuccio sono realizzate come spiegato in questo tutorial.

foto 2_Fotor

E gli irrinunciabili portatorte in cui finalmente si può apprezzare al meglio il disegno del tessuto.

foto 4-1_Fotor

All’ultimo, un po’ alla chetichella, si sono aggiunte anche le tovagliette americane per la colazione.

foto_Fotor

Viv

Presina a cappuccio

Nel post dedicato al sottopentola speziato ho anticipato che avrei integrato il set da cucina con il tutorial della presina a cappuccio.
Anche in questo caso si tratta di un lavoro facile che prende vita velocemente e che non richiede grande abilità.

Per ogni presina occorrono due tagli di tessuto di cotone di cm 24 x cm 17, nel mio caso quello esterno è fantasia con i cuoricini e quello interno è rosso.
Per l’imbottitura ho utilizzare della spugna compatta.

Disegnare il modello come in foto 1 e ritagliarlo piegandolo a metà in modo che sia speculare.

foto-3presina1

Riportare a matita il modello sul retro di una delle due stoffe (foto 2).
Posizionare i tre tessuti uno sopra all’altro in quest’ordine: sotto la spugna, sopra il tessuto interno con il rovescio verso il basso e il diritto verso di noi (in questo caso è ininfluente ma se aveste usato lo stesso tessuto dell’esterno sarebbe importante!) per ultimo il tessuto esterno con il rovescio verso di noi e la parte disegnata visibile.
La foto 3 mostra come vanno posizionati gli strati.

3

Fissare con alcuni spilli e cucire lungo la traccia lasciando liberi circa 7 cm nella parte centrale diritta per poter risvoltare. Il filo alle estremità dell’apertura va fermato bene per evitare che risvoltando si disfi la cucitura.

5

Tagliare l’eccesso di stoffa lasciando un margine maggiore nella zona aperta.
Fare dei taglietti per agevolare la curvatura facendo attenzione a non tagliare la cucitura (foto 7).
Portare il lavoro sul diritto voltando in modo che l’imbottitura resti nel mezzo, stirare e piegare all’interno i margini aperti.

7

Tagliare cm 8 di fettuccia e piegare a metà (foto 8).
Nel mio caso sulla fettuccia ho eseguito un ricamo a macchina con il filo rosso.
Posizionare la presina con l’esterno in alto (cuoricini) e segnare la metà lungo il lato ancora aperto.
Posizionare la fettuccia a filo della linea di mezzeria -non sopra- con l’occhiello verso l’interno e piegare la presina su sé stessa (foto 9).

9

Imbastire e cucire a macchina se lo spessore lo consente o a mano con punto stretto per circa cm 4 (foto 10).
Tagliare la fettuccia in eccedenza.

11

Voltare sul diritto la presina.

foto-13presinafinita

Viv

NB: Per realizzare un tutorial occorrono tempo e pazienza. Se utilizzi questo tutorial metti il link al mio blog in segno di apprezzamento per il mio lavoro.
Grazie

Settembre in cucina

Meno romanticamente inutili dei pupazzi ma di maggiore praticità, ecco una serie di accessori da cucina che celebrano la mia incapacità culinaria.

Presina a cappuccio e sottopentola con decorazione in panno a forma di fiore. Le impunture sono realizzate con semplice spago.

Asciughino realizzato in cotone a nido d’ape e tessuto a stampa tirolese. In abbinamento le immancabili presine a cappuccio.

Portatorte realizzato con un inserto a punto croce e un tocco di passamaneria. Segue i suoi diretti predecessori a quadrettoni.

Particolare del ricamo. Alfabeto scovato in rete e festone tratto da uno schema di Véronique Enginger.

Alle ottime cuoche delle rete il compito di realizzare manicaretti adeguati.

Viv