From my kitchen

Che siate fan del dolce o del salato, se amate stare in cucina e condividere i vostri manicaretti non potrete fare a meno di questo accessorio che rende super facile trasportare le teglie.

Sono rimasta fedele all’ultima versione del portatorte, quello con i manici cuciti sulle alette e senza cuciture a vista, un lavoretto veloce, propedeutico ad altro, in questo caso  all’esercizio col punto scritto che mi servirà per un altro progetto.

Due versioni complementari con quel tocco di rosso che in cucina non stona mai… e nemmeno a Natale perché, piaccia o meno, si avvicina dicembre e questa è sempre un’idea vincente.

Viv

L’evoluzione del portatorte

Piccoli portatorte crescono e lasciano la vecchia via per sperimentare il nuovo.
Il procedimento è lo stesso con cui ho realizzato la kindle-cover: le alette laterali, quelle in cui viene infilata la tortiera, sono inserite tra le due basi in modo che una volta riportato il lavoro sul diritto non ci sia bisogno di ulteriori cuciture.
Il lavoro resta esternamente più pulito e un’eventuale cucitura si trasforma in un elemento puramente estetico e non funzionale.

IMG_1515_Fotor

Ho scelto un tessuto con una fantasia di piante aromatiche abbinata a dei pois bianchi su fondo crema e ho invertito le stoffe tra loro per realizzare due portatorte simili ma complementari.
IMG_1503_Fotor

In questo caso i manici sono fissati direttamente sulle alette laterali, in parallelo rispetto all’apertura.

IMG_1510_Fotor_Collage_Fotor

Se volete giocare a “trova le differenze” qui e qui alcuni dei portatorte realizzati in precedenza.

IMG_1518_Fotor_Collage_Fotor

Nel frattempo le mie aiutanti procedono con il controllo qualità…

Viv

Sucrée ou Salée

Ultimi portatorte con i tessuti acquistati nel negozio Gabel, gli stessi che avete già visto, con ricami diversi, in questo e in questo post.
Mi ero stancata di vedere queste stoffe nell’armadio ma l’idea di cucire dei portatorte del tutto identici ai precedenti non mi entusiasmava, così ho cercato una nuova scritta da ricamare a punto croce e come potete notare non ho abbandonato l’alfabeto corsivo.

La versione blu ha una striscia in tela Aida che recita “Sucrée ou Salée”, interno ed esterno sono identici e, agganciato al manico, ho aggiunto un pendente imbottito ritagliato da uno degli attrezzi da cucina che si ripetono nella fantasia.

foto 4_Fotor_Collage_Fotor

Due le versioni in rosa. La prima con la medesima scritta di quella blu su Aida grezza incorniciata da un pizzo ecrù.

foto 5_Fotor_Collage_Fotor

Ricamo “Kitchen” per la seconda e quattro bottoni tutti diversi che sottolineano gli angoli.

foto 2_Fotor_Collage_Fotor

Viv

Nuova vita in cucina

La cucina si veste di nuovo con un set di accessori dai colori vivaci.
Ho scovato un tessuto d’arredo che mi è piaciuto alla prima occhiata.
La stampa è un collage di pubblicità ortofrutticole di sapore un po’ vintage e ben si presta per realizzare asciughini, presine e portatorte.

foto 2-2_Fotor

L’asciughino è un modello ricavato da un acquisto effettuato in un negozio di teleria che avevo già utilizzato in passato mentre le presine a cappuccio sono realizzate come spiegato in questo tutorial.

foto 2_Fotor

E gli irrinunciabili portatorte in cui finalmente si può apprezzare al meglio il disegno del tessuto.

foto 4-1_Fotor

All’ultimo, un po’ alla chetichella, si sono aggiunte anche le tovagliette americane per la colazione.

foto_Fotor

Viv

Torta di mele fatta in casa

Titolo ingannevole per un post che di gastronomico, fatti salvi i buoni propositi, ha ben poco.
Col nuovo anno ho ricominciato a cucire e sono nati due nuovi portatore.
I tessuti che ho usato non sono una novità ma i particolari sono una primizia.
Il portatorte blu rispetto al suo predecessore sfoggia un bel “Fait maison” ricamato in corsivo a punto croce su una striscia in Aida bordata in blu.

foto 4-2_Fotor_Collage_Fotor

Il quadrettato rosso invece abbandona i dettagli natalizi e torna in versione pic-nic con una applicazione che ho ritagliato da una stoffa con una fantasia di mele.

foto 5_Fotor_Collage_Fotor

Un vero peccato che io non sia un produttrice seriale di torte. Qualcuno si offre?

Viv