Cuori per un Natale patchwork

Visto che ormai da un paio di settimane hanno aperto i battenti i villaggi di Natale all’interno dei Garden Center, mi sento più che giustificata in questa deriva natalizia.
Oggi un po’ sbrigativamente vi propongo un paio di cuori patchwork coloratissimi, adatti alle camerette dei più piccoli e a chi ama le decorazioni vivaci.
Se amate le decorazioni meno ingombranti potete usarli anche come fuori-porta perché, pur essendo “smilzi”, misurano una ventina di centimetri in altezza.

Viv

Greetings

Quest’anno il mio Natale handmade ha privilegiato i fuori-porta anche per quel che riguarda i regali alle amiche.
Chi ancora non l’aveva, ora ne possiede uno personalizzato in base alle passioni che si schiudono dietro quell’uscio.

E in questo caso è facile immaginare lo spunto di partenza.

Sono partita da un ricamo tratto da Friandises & Pâtisseries di Hélène Le Berre e poi come sempre mi sono divertita a scegliere tessuti e finiture.
E che soddisfazione scovare quella fettuccia con la scritta “Merry Christmas”, il campanellino anticato o quel dettaglio in balsa!

Lo so, sono dettagli che avete già visto nei fuori-porta pubblicati in precedenza ma in realtà è questo ad aver visto la luce per primo, anche se ha dovuto attendere più a lungo per mostrarsi.

Mi é sempre più chiaro perché scelsi “dettagli per passione” come payoff di Stravagaria, ci ritrovo la cura che mi piace mettere in ogni singolo passaggio.
Questo è quello che mi fa stare bene.

Viv

Christmas teddy bear

Questa volta a dare il benvenuto sulla soglia di casa c’è un allegro orsetto in tenuta natalizia tratto da Priscilla’s Babyland by Priscilla Hillman.

Questo fascicoletto di Priscilla Hillman è da tempo un ospite fisso di questo blog.
Ormai è quasi introvabile ma nonostante sia piuttosto datato -la pubblicazione italiana risale al 1991- continuo ad attingere a questi soggetti che hanno precorso i tempi anticipando le linee morbide che oggi vanno per la maggiore nel punto croce.
All’epoca infatti gli schemi a punto croce proponevano esclusivamente linee spezzate e contorni spigolosi (vedi il cappellino rosso dell’orsetto), qui invece già una trentina di anni fa il punto scritto faceva la differenza addolcendo e arrotondando le linee (vedi il corpo dell’orsetto).

Ricordo di aver abbandonato il punto croce proprio perché in generale lo trovavo rigido e poco dinamico e ho ricominciato ad appassionarmici quando ho scoperto i disegni di Vèronique Enginger, Sophie Baqué e Marie-Térèse Saint-Aubin una decina di anni fa.

Tornando all’orsetto, ho fatto una sola modifica rispetto all’originale, sostituendo i campanellini ricamati con due campanellini in 3D.

Viv

Christmas Snowman

Questo è l’anno dei fuoriporta.
Fu già detto e spiegato che ne sono nati in copiose varianti durante la quarantena primaverile giacché, se Pasqua non si è potuta festeggiare e di vacanze estive non conveniva vagheggiare, tanto valeva buttare il cuore oltre l’ostacolo -in senso letterale- e passare direttamente al Natale. 

Purtroppo ancora oggi, a meno di due mesi dal Natale, non sappiamo con chi e come festeggeremo ma i miei pupazzi di neve attendono fiduciosi a braccia aperte. 

Il ricamo è tratto dal pannello “This house believes in Christmas “ di Cuore e Batticuore. 

Viv