La ciotola delle caramelle

Alla logica dello “scampolo” non si sottrae neppure la bigiotteria.
La sfida, come sempre, sta nel creare qualcosa che abbia una personalità unica proprio in virtù di un pensiero costruito su misura. Insomma sono banditi come la peste i “pastrocchi” tanto per liberarsi di un ritaglio o, come in questo caso, di una perla isolata.

Queste collane mi ricordano le ciotole colme di caramelle che venivano offerte agli ospiti quando ero piccola. Gli involucri colorati e tutti diversi invitavano a sceglierne una per tipo, cosa che ovviamente metteva sulle spine mia mamma che, con cenni più o meno espliciti, tentava di indirizzarmi ad una educata moderazione.

Ecco, con queste collane finalmente mi sono sfogata e ho messo in sequenza tutte le mie caramelle collegandole con una serie di occhielli da orefice.
E stanno benissimo secondo me.

Cinque esemplari unici, tante e tante ore in compagnia della voce di Francesco Pannofino che mi raccontava “Harry Potter e il calice di fuoco”.
Una scoperta, quella di Audible, che mi riconcilia con il lavoro in solitaria e con un bisogno che da sempre mi ha spinto a chiedere “Raccontami una storia” a chiunque fosse disposto ad assecondarmi.

Viv

Annunci