Perle di fiume e madreperla

Piccole perle di fiume, acquamarina e agata. I toni morbidi e azzurrati di questi orecchini li rendono perfetti in abbinamento coi grigi, blu e celesti.
Per le donne dalla carnagione chiara e luminosa, quelle che in armocromia rientrano nelle categorie summer. 
Monachella semplice nickel free.

Sfumature di verde e viola per la tormalina, la perla di fiume aggiunge luminosità insieme all’elemento centrale in ottone dorato.
Perfetto per bionde, rosse e castano ramate.

Tormalina rosata con sfumature calde,  elemento in ottone dorato con intagli e madreperla piatta.

Perno in ottone lavorato, agata sfaccettata e madreperla piatta.
Semplicissimi e molto eleganti.

Gli abiti sono riproduzioni fotografiche tratte dal catalogo dell’esposizione che il Victoria & Albert Museum ha dedicato alla Maison Dior nei mesi scorsi.
Ma volete sapere una cosa bella? Questi orecchini vi staranno una favola anche senza questi abiti strepitosi.

Viv

Audrey bouclè blu & sister

Dopo la versione in nero –qui– la Audrey bouclé arriva anche in blu.
Il modello è quello capostipite con la chiusura da 24 centimetri.

Insieme alla borsa più grande ne ho fatta una intermedia -in questo caso il pattern è quello della brown evening bag- con una chiusura da 20 centimetri.

Indossate contemporaneamente è più facile notare la differenza.
Si tratta in entrambi i casi di borse da giorno con una buona capienza.

Trattandosi di un tessuto bouclé, quando parlo di borse da giorno ovviamente non penso ad una borsa da strapazzare senza criterio ma a un accessorio da usare con un certo garbo in contesti non troppo spartani.

Viv

Bouclé blu, eleganza sportiva

Torna il tessuto bouclé, stavolta nelle tonalità del blu.
Elegante, sportivo e soprattutto trasversale copre le esigenze del giorno e della sera ed é una scelta che non fa passare inosservati. Nel contrasto col jeans trovo riesca a esprimere al meglio le sue potenzialità ma questo tessuto è naturalmente a suo agio in contesti formali, non per niente è nato per i tailleur Chanel.

All’interno un raso pesante blu acceso.
La chiusura questa volta è color argento per adattarsi meglio ai toni freddi del tessuto.

Viv

Brown evening bag

Le stoffe cambiano personalità a seconda di come le utilizziamo.

Oggi vi mostro uno dei mille volti di questo pizzo in tulle.
Lo avete già visto in rosso con effetto grande soirée e ora ve lo propongo abbinato a un tessuto marrone che esalta i toni in nuance della trama del tulle.

Spesso modifico il pattern ma tessuti e chiusure non sono intercambiabili, ciascuno richiede qualche piccolo aggiustamento per valorizzare al meglio l’insieme. In questo caso mi sembrava che ci volesse una forma più panciuta e ho aumentato la misura del fondo.

Cena romantica o serata tra amiche?

Viv

Notturno in laguna

Tra una borsa e l’altra c’è sempre spazio per un paio di orecchini, specie se l’accostamento di colori evoca immagini incagliate da qualche parte tra un raggio di luna e un salice ritorto che sfiora la superficie dell’acqua.
E comunque io non resisto a questo verde giada.

Onice e giada con perno in ottone.

Viv

Tosca

Le misure delle mie clic-clac bags sono ancora in evoluzione e così i loro nomi e i modelli.
La verità è che ognuna è diversa e merita quelle piccole variazioni che suggeriscono via via tessuti, estro e circostanze.
La chiusura che ho utilizzato è la stessa che avete visto montata su questa borsetta in tessuto bouclé ma Ava e Tosca non potrebbero avere personalità più distanti.

Gli equilibri delle curvature e le dimensioni hanno subito leggere modifiche ma quel che fa la differenza è il tessuto: tulle in pizzo con rose in velluto nero sovrapposto ad una base monocolore rossa opaca. All’interno un raso nella stessa tonalità.

Con questa borsa è subito vernissage, cena di gala o, come suggerisce il titolo, Prima della Scala, visto che proprio con Puccini e la Tosca aprirà la stagione del teatro milanese.
E comunque,  anche senza red carpet, attirerà gli sguardi delle signore attente all’accessorio unico.

Viv