Trousse in lana scozzese

Ci sono quelli che “questo film l’ho già visto” e quelli, come me, che amano riguardare.
E poi ci sono film che mi catturano come la carta moschicida ogni volta che ci inciampo.
“Harry ti presento Sally” è uno di questi e sì, il monologo finale alla festa di Capodanno lo so più o meno a memoria ma confesso che ho sempre avuto un debole per le idiosincrasie alimentari della protagonista, inclusa la crema di cioccolato “a parte” sulla torta nuziale al cocco.

Perciò se scrivo che “da bambina 
mi piacevano i tessuti scozzesi, anni dopo li ho odiati, poi me ne sono innamorata” il mio cervello mi porta lì, alle battute finali di Harry e Sally, e mi fa aggiungere che li amo soprattutto se utilizzati per gli accessori (in altre parole “ a parte”). 

Questo per dire che questa trousse ha una personalità che non passa inosservata, anche per merito della cerniera in metallo e del bel contrasto con la fodera interna, motivo per cui è stata subito prenotata e resterà in famiglia. 

Viv

 

Natale col “trucco”

Eccole qui, le pochettine “Christmas edition” da infilare in borsa per ritoccare il make-up dei giorni di festa.
Sono le compagne perfette di ogni momento glamour perché un pizzico di luccicanza aiuta sempre ma hanno un cuore tenero che custodisce tutte le renne di Babbo Natale.
E se non sapete cosa regalare alle maestre o a un’amica direi che con queste bustine non correte il rischio di sbagliare.

Viv

Joyeux Noël con omino pan di zenzero

Il week end, insieme ad un’ora di sonno in più, ci ha portato nuove norme e reiterati inviti alla prudenza e al senso di responsabilità. Ormai a Milano e dintorni abbiamo tutti amici e conoscenti positivi, in condizioni più o meno gravi.
Dobbiamo concentrare i nostri sforzi sul contributo che, singolarmente, possiamo dare per contenere il diffondersi dei contagi, rinunciando alle uscite non necessarie e alle attività superflue.  La speranza è di arrivare a fine anno con un animo più sereno e di lasciarci alle spalle quest’annus horribilis.

Il pannello di oggi veste la porta di verde e oro.
Il dettaglio é un omino pan di zenzero che, da solo, fa subito Natale.

Il ricamo è tratto dallo schema “Joyeux Noël à la neige” di Passion Bonheur.

Viv

Un nuovo “Santa’s Cat”

Questo è uno dei ricami a tema natalizio che amo di più. Ne esistono tantissime versioni con animali differenti ed è quasi impossibile non trovare quello che fa per noi.

Di questa serie in passato ho già ricamato gattino e gufetto ma il Santa’s Cat in particolare è molto apprezzato dalle amiche gattofile che, nel mese di dicembre, ne trovano uno molto simile ad accoglierle.
Il “mio” Santa’s Cat però è un fuoriporta solo di nome perché se ne sta all’interno della porta di ingresso.

Schema di Madame Chantilly.

Viv