Fanalini di coda

Ormai avrete capito che funziono per categorie. Quelli di oggi sono gli ultimi gli orecchini… almeno per ora. Da domani si passa ad altro.

Agata dai colori lattiginosi con anello centrale in ottone dorato e perla di fiume.
Ho faticato a fotografarli perché le pietre cambiano molto a seconda che siano o meno attraversate dalla luce.
Vi metto entrambe le foto che a mio avviso rendono meglio quello che intendo.

Questa invece è una monachella che utilizzo per la prima volta e con quell’anello a mezzaluna ha una leggerezza tutta particolare. I pendenti sono realizzati con perla di fiume e una goccia di giada. Tutti i perni sono, come sempre, nickel free.

Viv

Notturno in laguna

Tra una borsa e l’altra c’è sempre spazio per un paio di orecchini, specie se l’accostamento di colori evoca immagini incagliate da qualche parte tra un raggio di luna e un salice ritorto che sfiora la superficie dell’acqua.
E comunque io non resisto a questo verde giada.

Onice e giada con perno in ottone.

Viv

Tornano gli orecchini

In marzo, come da aspettativa, si alternano giornate più intensamente primaverili ad altre che inclinano verso il grigiore.
Con l’avvicinarsi della bella stagione, però, vien voglia innegabilmente di rinnovare il look, di dare un’occhiata negli armadi in cerca di colori più vivaci e a volte basta davvero poco per dare un tocco di luce.
Per esempio un bel paio di orecchini nuovi.

Quelli che vi mostro oggi sono arrivati in velocità a dare il benvenuto al bel tempo, al cielo sempre più terso di questo marzo così mite e alla voglia di colore.

Pendente in giada verde brillante con agata viola scuro. Elementi di raccordo dorati realizzati con distanziali e cristalli bicono. Perno in zama nickel free.

Amazzonite, onice piatta e perla ovale in tanzanite con monachella nickel free. Per portare un pizzico di azzurro anche dentro l’ufficio.

Viv

Tris in corallo

Senza abbandonare del tutto l’estate e i colori che ci piace indossare quando fa caldo, ci spostiamo gradualmente verso qualcosa che funziona tutto l’anno.

Sto parlando del corallo.  In questo caso si tratta di perle di pasta di corallo, alcune sfaccettate, alcune disomogenee, quelle che io preferisco.

Goccia di giada e pasta di corallo rosa con perno ovale in ottone.

Goccia di onice e perla disomogenea in pasta di corallo rosa.

Ovale piatto e sfaccettato in onice nera con perle in pasta di corallo in due tonalità.

Questi orecchini sono perfetti per un regalo, col corallo non si sbaglia mai non e mai troppo presto per farsi venire un’idea da mettere sotto l’albero.

Viv

 

 

 

Doppio fiore

Ho suddiviso le ultime creazioni in base ai perni, in questo caso un fiore doppio in ottone dorato, ovviamente sempre nickel free.

La prima coppia di orecchini è formata da un pendente in giada, cui ho aggiunto un elemento dorato di raccordo e un piccolo cristallo bicono color ametista, e da un ovale piatto in agata gialla.

Per la seconda coppia ho scelto invece dell’agata viola, chips in pietra dura verde chiaro e una perla sfaccettata in fluorite con sfumature verde-viola.

Viv