Gatti Tilda con e senza ali

Tornano i gatti di Tone Finnanger con quel buffo musetto che non mi stanca mai.
Un gattone con le ali, in tutto e per tutto simile a questo.
Stavolta lino beige e un cuore celeste con una pioggia di perline bianche.

foto 4_Fotor_Collage_Fotor

Seguono a ruota i gatti “volanti”.

Con un pesciolino a righe multicolori

foto 1_Fotor_Collage_Fotor

e con un cuoricino azzurro “timbrato” con le impronte di una zampetta.

foto 1-1_Fotor

Se invece avete un debole per i gatti arancioni eccovi serviti con questo bell’esemplare che stringe un cuoricino lilla.

foto 1-1 18_Fotor

E per finire un gattone ocra con un’accogliente casetta per il suo amico uccellino.

foto 2_Fotor

Alcuni di questi gattoni finiranno sui banchetti delle associazioni che tutelano gli animali sul territorio di Monza e provincia.

Viv

Gattini per Gattolandia

In questo periodo ho lavorato serialmente e ho creato un gran numero di prodotti che hanno per soggetto cani e gatti.
Parte sono destinati ai banchetti dell’Enpa -che due anni fa ci ha regalato Penny- e parte a quelli di Gattolandia -associazione onlus con sede a Monza- da cui abbiamo adottato Lily e Bessie.

Oggi è la volta dei portachiavi per Gattolandia.
Questi portachiavi a forma di gattino –qui il prototipo- sono il mio ringraziamento particolare per la gioia che le due sorelline hanno portato in famiglia.

foto 2-1_Fotor_Collage_Fotor

Ne ho fotografato uno per ogni variante di colore così a tempo perso potrete divertirvi a scegliere il vostro preferito.

foto 4-1_Fotor_Collage_Fotor

Io invece tra le mie stelline non so proprio scegliere.

foto 3_Fotor

Viv

Lili-beth

Ho un marito anglofilo e Lilibeth è il vezzeggiativo con cui veniva chiamata Elisabetta II da bambina.
Un nome da principessa, dunque, che in questo caso raddoppia perché le principesse, da una che doveva essere, sono diventate due.

foto_Fotorn_Fotor_Collage_Fotor

Le abbiamo conosciute in gattile mentre figlia #1 prendeva informazioni per svolgere attività di volontariato.
Siamo rimasti subito incantati da Lily, che fino a qualche giorno fa si chiamava Camilla, come la veterana di casa.
E’ stato, come si dice, un amore a prima vista.

Priscilla, che abbiamo ribattezzato Beth scivolando quasi subito dal diminutivo al vezzeggiativo, era rimasta inizialmente nell’ombra, sul fondo della gabbia.
Bessie è una squama di tartaruga, uno di quei gattini che o si amano o si disprezzano e in generale, a detta delle volontarie, sono meno ricercati perché vengono loro preferiti mici dall’estetica meno “pasticciata”, come Lily appunto.
Ammetto a mia volta di non essere mai stata un’appassionata delle “squamette” ma ho cambiato idea con sorprendente rapidità e la conclusione è presto detta.
Impossibile immaginarle separate, fuori discussione lasciarne una al gattile.
Sono due micie dolcissime, piene di curiosità e hanno portato in famiglia una ventata di allegria.
Quanto all’estetica, che dire?
Lily è splendida con quel suo manto tigrato chiarissimo ma sinceramente mi domando come io abbia potuto in passato non amare alla follia le “squame di tartaruga” perché Bessie non solo mi sembra bellissima, Bessie è bellissima.

Ed ecco qui le due sorelline nella loro nuova casa.

foto 3_Fotor

Ed un primo piano dei loro bei musetti.

foto 5_Fotor_Collage_Fotor

Viv