Tornano le righe

L’estate scorsa avevo pensato di tenerne una per me ma ho finito per restare senza e così ho deciso di riprovarci.

Quindi tornano le righe insieme alla speranza che ci aspetti un’estate come quelle che davamo per scontate gli anni scorsi.

Manici azzurri o manici color corda? L’interno è una sorta di erbario in bianco e nero e cambia solo il colore della cerniera. Simili ma mai uguali.

Viv

Righe blu e pesciolini

Continuo con le righe da spiaggia, questa volta sui toni del blu, così come blu è il pesciolino in legno che pende dai manici. Giusto per ribadire che è tempo di mare -o di piscina, come giustamente mi ha fatto notare un’amica- anche per chi è ancora in città.

Ho utilizzato una fodera azzurro intenso che ha la stessa tonalità delle righe intermedie. Zip interna e bottone a calamita.

Viv

Big shopper

Da alcune settimane tutto il mio tempo in craft room è assorbito da un progetto a quattro mani con Silvia del Fancyhollow. Manca davvero poco per alzare il sipario ma, visto che fino a stamattina mancavano anche alcuni tessuti, mentre aspettavo l’arrivo del corriere, a tempo perso, mi sono dedicata a un paio di lavoretti veloci e poco impegnativi, di quelli che si finiscono da sé, per così dire.
Ho idea che diventeranno dei regalini per le amiche che in questa stagione cominciano a vagheggiare i week end al mare.

Questa è a tutti gli effetti una big shopper perché è un po’ più grande rispetto allo standard di una shopper tradizionale. E’ una di quelle borse belle grandi in cui finisce dentro di tutto.
A me piace proprio perché ha le dimensioni di una borsa da spiaggia e quando si arriva a parlare di borse da mare vuol dire che non manca poi molto all’estate.

Rispetto alla shopper del tutorial questa borsa non è richiudibile -quindi niente bottone- ed è foderata -quindi niente cuciture francesi- ma ha un fondo sagomato che ne aumenta la capienza.
Per il resto è semplicissima, robusta ma leggerissima, e se mai doveste prendere un aereo per raggiungere spiagge esotiche, sarebbe la borsa perfetta da infilare in valigia senza rubare spazio ai vestiti.

Ne ho fatte due con varianti davvero piccole: il colore delle impunture, il tessuto interno -grigio chiaro o color panna- le taschine (in una ci sono, nell’altra no).

La stoffa è la medesima ma nella seconda versione, quella con l’interno grigio, il taglio del tessuto ha privilegiato una nota rossa che nella prima shopper è del tutto assente.

Per tutte e due ho previsto una bustina coordinata per i piccoli accessori, sapete che non mi piace lasciare degli scampoli inutilizzati e una pochette in più fa sempre comodo.

Se anche voi cominciate ad aver voglia di vacanze direi di cominciare da qui.

Viv

Nuove shopper

La primavera è arrivata e, secondo tradizione, ho cominciato a fare ordine negli armadi.
Inutile dire che il più temibile resta a tutti gli effetti quello della craft room e non perché io sia particolarmente disordinata, anzi. Il fatto è che appena varco la soglia del mio laboratorio sento distintamente l’entropia che mi sbeffeggia riproponendomi le immagini patinate di quegli spazi creativi da rivista che qualche creativa ogni tanto riesce a postare.

Ecco, io nemmeno per la foto ricordo da mettere sul blog riesco ad avere una scrivania sgombra e un armadio ben organizzato.

Su tutto, il problema maggiore è sempre quello dell’accumulo e quindi sono passata all’azione riassortendo le shopper e smaltendo in via definitiva alcuni tessuti.

Leggere e pratiche da portare in gita, lavabili in lavatrice.
L’amica insegnante ci metterà i libri di testo, quella musicista gli spartiti, la neo mamma i giocattoli e la merenda da portare ai giardinetti ma, credetemi, non si offenderanno neppure di fronte a frutta e verdura.

Da quando l’ho proposto, il tutorial per cucire le emergency shopper è sempre tra i più gettonati e in effetti queste borse rappresentano il progetto ideale per chi vuole imparare a cucire.

Per chi volesse cimentarsi trovate i miei tutorial per le shopper richiudibili qui e qui.

Se la direzione della stampa del vostro tessuto non può essere capovolta senza risultare sottosopra -come nel caso della stoffa con le erbe aromatiche- ricordatevi di tagliare separatamente davanti e dietro, aggiungendo alla lunghezza di ciascun rettangolo un centimetro abbondante per le cuciture, e unite i due rettangoli alla base, prima di procedere come da tutorial, utilizzando quella stessa cucitura francese che userete per i lati (prima diritto contro diritto e poi a rovescio, pizzicando la cucitura fatta sul diritto in modo che resti all’interno). Digitando cucitura francese trovate immagini del procedimento anche in rete.

Viv