Beanie hat con tutorial

Questo è un berretto che va un po’ per conto suo, si allunga e si inclina come un fagiolo. L’alternanza delle fasce a diritto e rovescio inoltre crea un bell’effetto fisarmonica.
Ne ho fatti un paio, uno color nocciola e uno arancio che completa il maglione di qualche giorno fa.

Se vi piace l’idea, ecco qui il tutorial per realizzarlo in velocità.
Spero che le mie indicazioni siano sufficientemente chiare ma vi consiglio di aiutarvi con l’immagine, perché è più difficile da spiegare che da fare.

Con il ferri del 6,5 montare 64 maglie.
Lavorare per 11 righe a coste due per due.

Lavorare a rovescio la 12esima riga e continuare per altre tre righe a maglia rasata. Poi alternare ogni tre righe il verso della maglia rasata in modo da creare l’effetto fisarmonica.
Guardando il lavoro rispetto a quello che sarà l’esterno del berretto, distribuire 5 calati durante la riga centrale a diritto tra terza e la quarta fascia a rovescio e 6 calati tra la quinta e la sesta.

Dopo l’ultima riga a rovescio ci si trova sul rovescio del cappellino con 53 maglie. Lavorare una riga a rovescio passando a ferri di misura inferiore (io ho usato il 5,5).

Sul diritto del berretto distribuire dei calati su tutto il ferro secondo questo schema: 1D, 1R *2Dinsieme, 1R, 2Dinsieme, 1R* 1D

Lavorare a coste 1×1 per altri 3 ferri, poi sul diritto del lavoro lavorare due diritti insieme per tutto il ferro escluse le due maglie di vivagno. Raccogliere le maglie con l’ago e cucire il retro del berretto.

Viv

Annunci

Berretto o scaldacollo?

Grazie ai preziosissimi video di Emma Fassio continuano i miei esperimenti con i ferri circolari ma, insieme alle nozioni arriva anche la consapevolezza e, come evitarlo, nuovi acquisti.
Già, perché va da sé che non tutte le lane hanno lo stesso spessore e quindi un solo paio di ferri circolari non basta, vero? Per non parlare del fatto che per realizzare un berretto occorrono anche i ferri a due punte -anche qui, mica ci avevo riflettuto che di diminuzione in diminuzione arriva il momento in cui non si riescono più ad utilizzare i ferri circolari- perciò per il momento ho ripiegato su questo modello diritto che è sì un berretto ma all’occorrenza si trasforma in scaldacollo e viceversa.

collage_fotor_fotor

La mia modella ne indossa due, uno come cappello e uno come scaldacollo, al quale ho aggiunto qualche riga a coste due per due vicino al bordo.
Il cordoncino e le noccioline sono lavorati all’uncinetto; il cordino è inserito tra le maglie e tirandolo prende forma il cappellino.

Viv