Sweet Christmas

I giorni successivi al Natale hanno un sapore tutto particolare, sono quelli dei pomeriggi con gli amici, del tempo lento, dei giochi di società, del panettone e dei dolcetti. Svuotate dell’attesa, le giornate tra Santo Stefano e Capodanno si riempiono di momenti preziosi in cui la fretta è bandita.

Ecco un’altra pallina che ha dovuto aspettare il 25 dicembre per mostrarsi sul blog.

Da un lato è ricamato un muffin decorato con piccole stelle di Natale, dall’altro un candy cane, entrambi tratti da un bel libretto a tema dolcetti di Hélène Le Berre, “Friandises & pâtisseries” edizioni Mango.

Viv

Annunci

Magie di polistirolo

Quest’anno il trend natalizio a casa Stravagaria sono i quadernini con cover natalizia -ve li ricordate?- e le sfere di polistirolo personalizzate, qui la pallina di Babbo Natale.

Questa invece è la pallina di Carolina.

L’idea é partita proprio con la pallina per questa bimba ma, come spesso accade sotto Natale, ho aspettato a pubblicarla fino a spacchettamento avvenuto per non bruciare la sorpresa.

Carolina non é ancora arrivata ma è molto attesa e ha già un nutrito corredino di bavaglini con il suo nome pronti ad attenderla. E visto che ormai manca pochissimo ed è già nei pensieri di tutti, era giusto che avesse un addobbo tutto per lei.

Ricamo: Lucie Heaton fairy

Viv

Pensierini scintillanti

Durante l’anno utilizzo poco gli accessori sbrilluccicanti ma in questo periodo vale tutto, inclusa una deriva parzialmente kitch che ha coinvolto anche le mie storiche pochette. Eccone una in versione total silver con una stellina che occhieggia dal cursore della zip e una foderina decisamente più sobria in cotone grigio con le renne.

E con quest’ultimo pensierino scintillante do appuntamento a tutti al 26 con gli ultimi regali made by Stravagaria che aspettano ancora impacchettati sotto l’albero di amici e parenti.
Buon Natale!

Grazie a Catartica per le fotografie!

Viv

Trapunta di stelle

Infinity scarf cucita in quattro e quattr’otto con un mash up di scampoli di tessuto leggero, blu notte cangiante, luccicoso ma con discrezione.
Un accessorio carino per dare luce al jeans dei giorni di festa, alla serata casual tra amiche, all’aperitivo dopo lavoro per per lo scambio dei doni.

Un esempio perfetto in cui l’utilizzo dello scampolo -in questo caso addirittura otto ritagli con fantasie differenti seppure omogenee- è un punto di forza e conferisce movimento e personalità.

Viv

Grembiule da cucina

Pian pianino arrivano sul blog i regali handmade di questo Natale.
Questo set in particolare non ha dovuto aspettare fino al 25 dicembre perché faceva parte di un calendario dell’Avvento ed è già stato spacchettato.

Il modello di questo grembiule l’ho “rubato” da quello di casa: è semplice e grazioso pur senza essere lezioso. E con le rime baciate direi che possa bastare fino a nuovo ordine.

Il tessuto che ho utilizzato è un nido d’ape color panna a cui ho abbinato un morbido cotone con tante piccole verdure dell’orto.

Al grembiule ho coordinato due presine a cappuccio -tutorial qui– e un quadernino con la copertina di stoffa -tutorial qui– per fermare le ispirazioni improvvise.

Viv

Beanie hat con tutorial

Questo è un berretto che va un po’ per conto suo, si allunga e si inclina come un fagiolo. L’alternanza delle fasce a diritto e rovescio inoltre crea un bell’effetto fisarmonica.
Ne ho fatti un paio, uno color nocciola e uno arancio che completa il maglione di qualche giorno fa.

Se vi piace l’idea, ecco qui il tutorial per realizzarlo in velocità.
Spero che le mie indicazioni siano sufficientemente chiare ma vi consiglio di aiutarvi con l’immagine, perché è più difficile da spiegare che da fare.

Con il ferri del 6,5 montare 64 maglie.
Lavorare per 11 righe a coste due per due.

Lavorare a rovescio la 12esima riga e continuare per altre tre righe a maglia rasata. Poi alternare ogni tre righe il verso della maglia rasata in modo da creare l’effetto fisarmonica.
Guardando il lavoro rispetto a quello che sarà l’esterno del berretto, distribuire 5 calati durante la riga centrale a diritto tra terza e la quarta fascia a rovescio e 6 calati tra la quinta e la sesta.

Dopo l’ultima riga a rovescio ci si trova sul rovescio del cappellino con 53 maglie. Lavorare una riga a rovescio passando a ferri di misura inferiore (io ho usato il 5,5).

Sul diritto del berretto distribuire dei calati su tutto il ferro secondo questo schema: 1D, 1R *2Dinsieme, 1R, 2Dinsieme, 1R* 1D

Lavorare a coste 1×1 per altri 3 ferri, poi sul diritto del lavoro lavorare due diritti insieme per tutto il ferro escluse le due maglie di vivagno. Raccogliere le maglie con l’ago e cucire il retro del berretto.

Viv

Addobbi in lilla

Queste palline personalizzate sono un’idea regalo davvero versatile. Sono perfette per l’albero di Natale ma anche per addobbare la casa in modo “diffuso”.
Per il primo Natale di un nipotino, per una bimba che desidera un addobbo tutto suo, per l’amica che ama le decorazioni a tema… insomma, scegliendo il ricamo ad hoc, colori e passamanerie giuste, queste magiche sfere si adattano a tutte le fasce d’età e a tutti gli ambienti, dal salotto, all’ufficio, passando per la cucina e la craft room. E se non sono troppo smaccatamente natalizie possono perfino attardarsi nella cameretta dei bambini.

Questa volta la pallina si veste di lilla e si rivolge alle bimbe con una delle fatine natalizie di Lucie Heaton.

Come sempre si tratta di una pallina con un doppio volto, ecco l’altro.

Viv