Variante shopper richiudibile – tutorial reprise

Le shopper sono piaciute anche alle ragazze di casa e sull’onda dell’entusiasmo ho realizzato una piccola variante, la terza ormai.

La borsa in questo caso non va arrotolata ma si ripiega seguendo le linee del rettangolo applicato.

foto 5_Fotor_Collage_Fotor

L’unica variante rispetto al tutorial è dunque nel secondo passaggio dove, invece della fascia orizzontale in colore contrastante, andrà applicato il rettangolo di tessuto.
Il rettangolo finito misura cm 11 per cm 16 -nel taglio andrà aggiunto un cm per ogni lato per i quattro orli- e va centrato a cm 12,5 dal fondo della borsa.

L’elastico, che per questa variante è lungo circa cm 20, va posizionato nel punto medio della cucitura inferiore e il bottone a metà della cucitura superiore del rettangolo.
Confrontando le foto di questa shopper con il tutorial non sarà difficile apportare queste modifiche.

Le stoffe che ho scelto sono l’una il negativo dell’altra e le grandi rose del disegno sono perfette sia per un uso cittadino che per le vacanze.

foto 4-3_Fotor_Collage_Fotor

Viv

NB: Per realizzare un tutorial occorrono tempo e pazienza. Se utilizzi questo tutorial metti il link al mio blog in segno di apprezzamento per il mio lavoro.
Grazie

Shopper superveloce – tutorial

Dodici cuciture in tutto e tutte diritte!

Ho apportato un paio di modifiche per semplificare ulteriormente il procedimento che avevo scelto per realizzare la mia prima shopper ed ora non avete più scuse, in men che non si dica avrete la vostra shopping bag richiudibile.

foto_Fotor

Nella scelta del tessuto tenete presente che verrà doppiato sul fondo della borsa, quindi è preferibile scegliere un disegno che non abbia un verso in modo che non risulti capovolto su uno dei due lati.

Occorrono:
(1) cm 92 per cm 42 per la borsa
(2) cm 45 per cm 10 per i manici
(1) cm 42 per cm 6.5 in colore contrastante
elastico cm 27 circa

Realizzare i manici (foto 1):
piegare la stoffa a metà nella senso della lunghezza e stirare.
Riaprire e piegare i lembi esterni all’interno, ottenendo una larghezza finale di circa cm 2,5 e stirare. Utilizzare il ferro da stiro evita imbastiture e spilli. Cucire sui due lati lunghi a qualche millimetro dal bordo.
Le prime quattro cuciture sono fatte!

foto 4_Fotor_Collage_Fotor

Preparare la fascia in colore contrastante e inserire l’elastico:
piegare 1 centimetro di stoffa da entrambi i lati nel senso della lunghezza, la striscia ottenuta sarà larga cm 4,5.
Cucire la striscia alla borsa sul lato corto. Posizionate la fascia in modo che la parte superiore della striscia sia a 20 cm dal bordo della borsa.
L’elestico va inserito sotto la striscia esattamente a metà. Affinchè non si sposti durante la cucitura consiglio di fissarlo preventivamente alla base della borsa.
Cucire la fascia colorata a pochi millimetri dal bordo su entrambi i lati.

foto 5_Fotor_Collage_Fotor

Piegare il rettangolo per la borsa, rovescio contro rovescio, facendo combaciare i lati corti. Il lato doppiato è il fondo della borsa.
Cucire i laterali a qualche millimetro dal bordo.
Rivoltare la borsa in modo che sia a rovescio, facendo uscire bene gli angolini del fondo e stirare. Cucire a piedino inglobando la cucitura precedentemente eseguita sul diritto del tessuto.
Attenzione: riportando la borsa sul diritto non dovranno esserci fili che spuntano dalla cucitura, eventuali fili volanti vanno tagliati prima di voltare la borsa sul rovescio.

foto 3-3_Fotor_Collage_Fotor

Passiamo al bordo superiore. Mancano solo due cuciture.
Piegare cm 4 verso l’interno e stirare. Creare un orlo di circa cm 1,5 e stirare. Inserire i manici sotto l’orlo lasciando un vuoto centrale di cm 14 tra un manico e l’altro.
Ripiegare i manici verso l’esterno e fissare con uno spillo le quattro estremità.
Cucire il bordo superiore sopra e sotto e completare con il bottone.

foto 5_Fotor_Collage_Fotor

Ora non resta che piegare la shopper in tre nel senso della lunghezza, arrotolare e chiudere con l’elastico.

foto 1-1_Fotor_Collage_Fotor

Viv

NB: Per realizzare un tutorial occorrono tempo e pazienza. Se utilizzi questo tutorial metti il link al mio blog in segno di apprezzamento per il mio lavoro.
Grazie

Tutorial cuscinetto portachiavi

Qualche tempo fa mi è stata chiesta qualche dritta per cucire un portachiavi con inserto ricamato come quelli che da settimane imperversano sul mio blog e, visto che ogni promessa è debito, ecco un tutorial per realizzare passo passo un cuscinetto che potrà diventare puntaspilli, portachiavi o decorazione da appendere.
Mi sono volutamente dilungata su alcuni dettagli -come la cucitura finale- ma, come mi è stato ricordato, quando si è autodidatti anche una foto in più può essere utile.
Cominciamo?

Realizzare un piccolo ricamo dalle dimensioni compatibili con quelle del portachiavi.
Ricavare un rettangolo di tessuto largo quanto la tela da ricamo la cui lunghezza varierà secondo il nostro gusto, indicativamente a lavoro finito potrebbe misurare un terzo della lunghezza complessiva. (foto 1)
Stabilire la distanza a cui si desidera cucire la stoffa rispetto al ricamo e segnare con uno o due spilli a rovescio seguendo la trama della tela. (foto 2)
Mettere le due stoffe diritti contro lungo il bordo, spillare e cucire a piedino seguendo con attenzione la linea tracciata sulla trama della tela da ricamo. Lo spillo va tolto prima che finisca sotto il piedino. (foto 3 e 4)

foto 4_Fotor_Collage_Fotor

Stirare piegando i lembi cuciti in modo che rimangano coperti dalla stoffa e non si intravedano sotto il ricamo a lavoro ultimato. (foto 5)
Aggiungere la passamaneria posizionandola con uno spillo sulla stoffa sotto la linea della cucitura precedente. Cucire sul diritto, accompagnando la cucitura per mantenere in posizione. (foto 6)
Tagliare nel cotone un rettangolo per il retro uguale a quello ottenuto. Il mio è già visibile nella foto 1.

Per il bindello, tagliare un rettangolo di cm 6 per cm 10.
Piegare a metà la lunghezza e stirare (foto 7), piegare nuovamente verso il centro le due metà ottenute e stirare (foto 8).
Cucire il lato aperto e fare la stessa cucitura sull’altro lato per simmetria (foto 9).

foto 3_Fotor_Collage_Fotor

Segnare il centro sulla sommità del cuscinetto e posizionare il bindello tra le due parti del lavoro davanti diritti contro. L’asola deve restare all’interno, come da foto 10.
La piegatura che si vede in foto è la linea ideale di cucitura della sommità del cuscinetto.
Cucire sopra il bindello per evitare che cucendo fronte e retro perda la centralità (foto 11).
Sovrapporre il retro, diritti contro e cucire i lati lasciando una piccola apertura sul fondo sufficiente per rivoltare.
Spuntare gli angoli in modo da garantire uno spigolo pulito sul diritto (foto 12).
Rivoltare sul diritto e far uscire gli angoli aiutandosi con un bastoncino non appuntito, un uncinetto o altro. Stirare e portare a filo verso l’interno i bordi dell’apertura.

foto 3_Fotor_Collage_Fotor1

Imbottire e cucire con piccoli punti nascosti. La foto 13 indica il primo punto, in cui passo il filo annodato per bloccarlo in modo invisibile all’interno della cucitura. Poi il lavoro va girato e si procede, con piccoli punti in parallelo, a richiudere i due lembi di tessuto.

foto 5-1_Fotor_Collage3_Fotor

Et voilà! Il portachiavi è pronto per essere sfoggiato!

foto 5_Fotor

Viv

NB: Per realizzare un tutorial occorrono tempo e pazienza. Se utilizzi questo tutorial metti il link al mio blog in segno di apprezzamento per il mio lavoro.
Grazie

Presina a cappuccio

Nel post dedicato al sottopentola speziato ho anticipato che avrei integrato il set da cucina con il tutorial della presina a cappuccio.
Anche in questo caso si tratta di un lavoro facile che prende vita velocemente e che non richiede grande abilità.

Per ogni presina occorrono due tagli di tessuto di cotone di cm 24 x cm 17, nel mio caso quello esterno è fantasia con i cuoricini e quello interno è rosso.
Per l’imbottitura ho utilizzare della spugna compatta.

Disegnare il modello come in foto 1 e ritagliarlo piegandolo a metà in modo che sia speculare.

foto-3presina1

Riportare a matita il modello sul retro di una delle due stoffe (foto 2).
Posizionare i tre tessuti uno sopra all’altro in quest’ordine: sotto la spugna, sopra il tessuto interno con il rovescio verso il basso e il diritto verso di noi (in questo caso è ininfluente ma se aveste usato lo stesso tessuto dell’esterno sarebbe importante!) per ultimo il tessuto esterno con il rovescio verso di noi e la parte disegnata visibile.
La foto 3 mostra come vanno posizionati gli strati.

3

Fissare con alcuni spilli e cucire lungo la traccia lasciando liberi circa 7 cm nella parte centrale diritta per poter risvoltare. Il filo alle estremità dell’apertura va fermato bene per evitare che risvoltando si disfi la cucitura.

5

Tagliare l’eccesso di stoffa lasciando un margine maggiore nella zona aperta.
Fare dei taglietti per agevolare la curvatura facendo attenzione a non tagliare la cucitura (foto 7).
Portare il lavoro sul diritto voltando in modo che l’imbottitura resti nel mezzo, stirare e piegare all’interno i margini aperti.

7

Tagliare cm 8 di fettuccia e piegare a metà (foto 8).
Nel mio caso sulla fettuccia ho eseguito un ricamo a macchina con il filo rosso.
Posizionare la presina con l’esterno in alto (cuoricini) e segnare la metà lungo il lato ancora aperto.
Posizionare la fettuccia a filo della linea di mezzeria -non sopra- con l’occhiello verso l’interno e piegare la presina su sé stessa (foto 9).

9

Imbastire e cucire a macchina se lo spessore lo consente o a mano con punto stretto per circa cm 4 (foto 10).
Tagliare la fettuccia in eccedenza.

11

Voltare sul diritto la presina.

foto-13presinafinita

Viv

NB: Per realizzare un tutorial occorrono tempo e pazienza. Se utilizzi questo tutorial metti il link al mio blog in segno di apprezzamento per il mio lavoro.
Grazie

Sottopentola speziato

Un’amica me ne ha regalato uno per Natale e il suo profumo ha invaso piacevolmente la cucina tanto che ho pensato di duplicarlo e proporlo come primo tutorial.

foto-14tuto11

Ho scelto un lavoro facile e velocissimo, adatto anche a chi non abbia mai provato a cimentarsi con il cucito.
Infatti questo sottopentola richiede solamente una manciata di cuciture diritte che scegliendo un tessuto rigato saranno ancora più semplici da eseguire.

Il punto di forza è l’imbottitura.
Per ottenere un aroma intenso e persistente sarà sufficiente lasciar riposare per almeno qualche settimana, in un contenitore ermetico, una miscela di riso, cannella, noce moscata e chiodi di garofano.
In alternativa si può creare una miscela aromatizzata al caffè.

Preparare un taglio di tessuto in cotone lungo cm 48 e largo cm 24.
In questo caso è già incluso il margine di cucitura.
Piegare verso l’interno i bordi dei due lati corti, spillare e stirare per fissare la piega e facilitare la cucitura finale (foto 1).
Piegare a metà la lunghezza, diritti contro, e far combaciare i bordi superiori, fissando con alcuni spilli (foto 2).

2

Cucire i due laterali per formare il sacchetto (foto 3) e tagliare l’eccesso di stoffa sul fondo senza avvicinarsi troppo alla cucitura (foto 4).

4

Voltare il sacchetto sul diritto e spingere fuori gli angoli con delicatezza aiutandosi con un bastoncino (foto 5).
Segnare longitudinalmente la metà con uno spillo e poi ancora la metà, dividendo così il sacchetto in quattro cannoncini uguali (foto 6).
Procedere con le tre cuciture usando un filo in colore contrastante, fissando bene il filo dei margini in modo che i divisori restino separati in modo netto (foto 7).

7

Tenendo il sacchetto con l’apertura verso l’alto ed aiutandosi con un imbuto, riempire col riso speziato i quattro cannoncini fino a 2 cm dal bordo (foto 8).
Facendo attenzione a non far uscire il riso, avvicinare i lembi superiori e spillarli. Per facilitare la cucitura si può fare una veloce imbastitura (foto 9).
Cucire a macchina a filo del bordino (foto 10) o a mano con piccoli punti ravvicinati.
Nel caso si proceda a macchina consiglio di appoggiare il sottopentola su uno spessore, che lo sollevi all’altezza dell’ago, in modo che il peso non interferisca con la cucitura, trascinando verso il basso il lavoro.

10

Per ottenere un sottopentola più largo sarà sufficiente aggiungere multipli di cm 5,5 che corrispondono alla larghezza di ogni singola canna.
Ed ecco il sottopentola pronto a rilasciare i suoi aromi speziati nelle nostre cucine.

foto-1setpresinasottopentola

Per chi volesse realizzare anche la presina a cappuccio segue tutorial.

Viv

NB: Per realizzare un tutorial occorrono tempo e pazienza. Se utilizzi questo tutorial metti il link al mio blog in segno di apprezzamento per il mio lavoro.
Grazie