Chi va piano…

Tra una borsa e l’altra mi diletto con le lumachine Tilda.

Quando ero piccola mi piaceva sfiorare le piccole antenne per farle rintanare all’interno della spirale e poi aspettavo con pazienza che facessero nuovamente capolino.

Sono creature affascinanti, che da sempre mi fanno pensare alle distese di prati fioriti delle mie estati di bambina.
Forse per questo la lumachina di oggi ha una bella casetta verde con piccoli fiorellini rosa.

IMG_1085_Fotor

Viv

Lumachina per R.

La chiocciola è stata il primo pupazzo Tilda con il quale mi sono cimentata.

Da qualche settimana avevo voglia di riproporla e l’occasione è arrivata in questi giorni, pensando ad un regalino per la figlia di un’amica.

Tra blogger spesso non ci si conosce personalmente ma il contatto giornaliero fa sì che si stringano legami di simpatia che piano piano diventano sempre più reali.
Chissà che prima o poi non ci si ritrovi a far due chiacchiere davanti ad un dolcetto e ad una tazza di caffè; con qualcuna è già successo, con altre il progetto è sulla rampa di lancio.

Frattanto si muovono pacchetti attraverso la penisola, l’ultimo conteneva anche questa lumachina che si porta appresso una casetta tutta fiorita.

IMG_6283_Fotor_Collage_Fotor

Che dite, ha esagerato un po’ con il fard?

Viv

Muffin dietetici

Sui blog di moda fanno capolino i tessuti leggeri, sui blog di cucina si affacciano timidamente le prime ricette light. Tempo un mese anche tv e magazine cominceranno a ricordare ossessivamente che si avvicina il momento della prova costume.

Dal canto mio, con questi muffin sono certa di non indurre in tentazione nessuno tutt’al più vi verrà voglia di cucirne un paio.
Nel caso armatevi di santa pazienza perché, anche se si tratta di un lavoro relativamente veloce, nasconde qualche piccola insidia, soprattutto -date le dimensioni- nella cucitura in tondo del fondo e in misura minore negli smerli che devono risultare regolari e distesi.

IMG_1045_Fotor

Ho riempito l’intera base del cupcake con il riso perché mi piace siano stabili come dei fermacarte e alla sommità ho cucito una rosellina in lino.

Deliziosi anche come fermaporte a patto di ingrandire sensibilmente il pattern.

IMG_1047_Fotor_Collage_Fotor

Viv

Cicciottella

Il suo nome è “angelo dei dolcetti” e fa parte delle creazioni Tilda di Tone Finnanger.
Il mio però è un angelo senza ali, una felice massaia a cui piace pasticciare in cucina e non si preoccupa dei chiletti di troppo, perciò l’ho ribattezzata Cicciottella come la bambina della canzone, quella fatta a forma di bignè per capirci.

IMG_7900_Fotor

Appesa in cucina condividerà la buona riuscita di ogni ricetta e sarà facile corromperla con un dolcetto perché tenga la bocca chiusa sui piccoli insuccessi.

IMG_7962_Fotor_Collage_Fotor_Fotor

Viv

Bonhomme de neige for Xmas

Vi ricordate questi pupazzi di neve?
In questi giorni ne sono nati altri tre, di cui uno soltanto ha le dimensioni suggerite dal pattern originale di Tone Finnanger che l’ha pensato alto appena un palmo.
Che ne dite? Non vi pare che la versione grande sia di gran lunga più accattivante?

IMG_0274_Fotor

Per realizzarla ho ridisegnato lo schema ingrandendo, e non di poco, il modello originale e poi mi sono sbizzarrita a cercare tanti mini accessori.

Una lanterna per il pupazzo di neve romantico che abbraccia il cuore.

IMG_0292_Fotor_Collage_Fotor

Una scopa di saggina ed un bel biscottone a forma di stella con la granella di zucchero.

IMG_0285_Fotor_Collage_Fotor

Un festone con stellina e palline di legno per il pupazzo piccino con una lunga sciarpa rossa.

IMG_0295_Fotor_Collage_Fotor

E come sempre, paraorecchie colorati per tutti e un bel naso arancione realizzato con la punta di uno spiedino in legno.

Lo schema del pupazzo piccolo si trova sul libro “Cucito creativo per il Natale” di Tone Finnanger da cui ho già realizzato la renna e gli omini pan di zenzero.

Viv