Un coniglietto per Teresa

Dopo il primo coniglietto continuavo a dirmi che era tempo di farne un altro ma come spesso accade l’occasione me l’ha data una mamma in attesa di una bimba che nascerà a dicembre.
Colori di riferimento rosa polveroso e grigio che sono quelli scelti per la cameretta, una cameretta vintage.

Quando si cerca di provare ad esaudire un desiderio la parte più difficile è senza dubbio la progettazione o, come in questo caso, la scelta delle stoffe.
Sono stata indecisa per un pomeriggio intero, continuando ad accostare tessuti e a immaginare l’effetto finale: un abitino grigio, per quanto di una tonalità tenue, sarebbe risultato un po’ spento sul beige della coniglietta, quanto al rosa non sarebbe stato facile azzeccare la nuance degli arredi, senza contare che tra i tessuti si sprecano i rosa baby e i lilla ma non è altrettanto facile trovare un rosa polveroso che non sia tinta unita.

Una cosa sola mi premeva: non volevo una coniglietta smorta, la volevo luminosa e allegra, che si sposasse bene con un ambiente dai colori eleganti.
Ed eccola qui, la coniglietta per Teresa.

Alla fine il rosa polveroso l’ho utilizzato per le orecchie e il retro del cuoricino su cui ho ricamato il nome della bimba, mentre l’abitino è tutto in sangallo bianco che con il grigio è perfetto ed ha quel tocco retrò che piace alla mamma.

Alla fine ho sistemato il cuoricino a tracollina perché lo preferisco così.

Un tocco di fard ed eccola pronta per conoscere la sua nuova amica.

E quando Teresa farà la nanna avrà due occhi in più a vegliarla.
Il pattern, lo ricordo, è quello di Tone Finnanger.

Viv

Cat angels

Cat angels ovvero i gatti-angelo Tilda style che ho già realizzato in passato.
Ancora una volta in lino grezzo dalla trama lievemente irregolare e siccome mi è ancora difficile scegliere tra la versione grigia e quella beige ho finito per farle entrambe, giusto per variare il dettaglio delle ali.

Eccoli qui: beige e lilla, grigio e azzurro.

collage_fotor_fotor

Viv

Cute Whales

Chi lo dice che a Pasqua si devono regalare solo ovetti e colombe?
Dal libro “Tilda’s Toy Box” sono in arrivo le cute whales di Tone Finnanger, graziose balenottere di stoffa per i più piccoli.

IMG_0087_Fotor

L’unica modifica rispetto al modello Tilda sono gli occhi: li ho spostati verso le pinne e li ho contornati a punto scritto ombreggiandoli con delle ciglia civettuole.

Viv

Gufetti

Ho sempre trovato piuttosto curioso che i gufi siano parimenti associati alla fortuna e a chi rema contro un progetto “gufandone” per l’appunto la buona riuscita.

Io li preferisco decisamente come portafortuna e con questa intenzione ne ho cuciti un paio.
Tutti e due stanno sul palmo di una mano, tanto son piccini.

IMG_1574_Fotor_Collage_Fotor

Il pattern lo trovate qui.

Viv

Chi va piano…

Tra una borsa e l’altra mi diletto con le lumachine Tilda.

Quando ero piccola mi piaceva sfiorare le piccole antenne per farle rintanare all’interno della spirale e poi aspettavo con pazienza che facessero nuovamente capolino.

Sono creature affascinanti, che da sempre mi fanno pensare alle distese di prati fioriti delle mie estati di bambina.
Forse per questo la lumachina di oggi ha una bella casetta verde con piccoli fiorellini rosa.

IMG_1085_Fotor

Viv