Il business delle mascherine fai da te

Viviamo tempi difficili e urge una piccola riflessione sul boom delle mascherine handmade in rete. A Milano e provincia le mascherine chirurgiche, per non parlare delle famigerate ffp2 e ffp3, sono risultate introvabili sin da subito e da settimane spopolano ovunque i tutorial.

La maggior parte delle creative che seguo hanno messo a disposizione gratuitamente i pattern, hanno realizzato video per spiegare il procedimento, hanno cucito e regalato mascherine.
Altre, fortunatamente una minoranza, hanno colto l’occasione di un nuovo business e hanno messo in vendita mascherine a € 10 l’una più spese di spedizione.
Un prezzo che, in un momento di grave emergenza come questo ha un solo nome: sciacallaggio.

Persino se parte del ricavato venisse devoluto a sostegno dell’emergenza -intenzione che, per trasparenza, andrebbe dichiarata ab origine- sarebbe più etico mantenere un prezzo simbolico accessibile a tutti, lasciando a chi compra facoltà di donare secondo coscienza e portafoglio.
E non venitemi a dire che la beneficenza si fa con discrezione: chi, in piena emergenza coronavirus, chiede 10 euro per pochi centimetri quadrati di stoffa e quattro cuciture, ha l’obbligo di giustificare un prezzo così esoso.
La dura legge della domanda e dell’offerta la lascerei agli speculatori, se permettete.

Ah, so benissimo che le MASCHERINE DI STOFFA NON SONO UN PRESIDIO MEDICO-CHIRURGICO e NON COSTITUISCONO UNA VALIDA PROTEZIONE CONTRO IL CORONAVIRUS, tuttavia in alcuni uffici pubblici o ambulatori medici si accede solo con mascherina e, per fare un esempio che mi tocca da vicino avendo la mamma ricoverata in una struttura geriatrica da gennaio, per procedere alla dimissione sono richiesti guanti e mascherina.
Posto che non se ne trovano, sarà necessariamente mascherina fai da te.
Una di queste.

Un abbraccio a tutte le creative -e sono tante- che si sono messe a disposizione con generosità, alle altre per quel che vale ho tolto il follow senza se e senza ma.

Viv

17 pensieri riguardo “Il business delle mascherine fai da te

  1. Mi hanno suggerito di mettere internamente degli assorbenti… Non so se funzionano come filtro, ma magari qualcosa in più fanno.

    1. Sullo sciacallaggio ti do perfettamente ragione!!!!
      ..
      Un grazie enorme alle creative che si cimentano in mascherine home Made,saranno mica proprio valide come quelle della farmacia ma proteggono sicuramente nel caso lo indossiamo noi sani !!
      Le tue tra l altro sono pure bellissime..
      Brava viv,davvero…

      1. Io purtroppo credo che per Covid19 facciano poco o niente ma tant’è, se non c’è di meglio ci si prova ugualmente… verranno utili per i prossimi sgomberi del solaio 😉 un bacione Daniela!

    1. Grazie mille, spero di portarmela a casa sana e salva visto che anche lì in struttura ci sono stati dei casi…
      brava a te per le mascherine, le persone generose superano in numero le altre fortunatamente!

  2. Un abbraccio a te, cara Viv, ora la tua creatività ti ha permesso di creare con le tue mani queste mascherine.
    Auguri per la tua mamma cara, spero di cuore che tutto vada per il meglio.
    Un bacio grande, amica mia!

  3. Inutile commentare la vendita a 10 euro di mascherine… vergognoso. Le tue sono bellissime. Io ne ho fatte con la tela cerata, ma non sapendo per nulla cucire mi sono affidata alla graffettatrice

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.