Tag

,

Quando si dice sciarpa si parla dell’Abc della maglia ma lo sapete che ognuno di noi intende qualcosa di leggermente diverso, vero?

La lunghezza e la larghezza dipendono da come ci piace indossarla: un giro, due, alta, bassa con le cocche annodate, libere, fermate con una spilla.

Vi è mai capitato di pensare “Bella ma mi scivola dalla spalla perchè mancano giusto quei cinquanta centimetri per completare il giro e annodarla”?
Ecco, io non mi ero mai posta seriamente il problema delle misure finché non ho deciso di farne una.

Il bello delle lane lavorate è che sono perfette per la maglia a legaccio e procedono piuttosto velocemente grazie ai ferri grossi. L’unico consiglio che mi sento di dare nel caso di filati pelosi come quello che ho usato io è di contare spesso il numero delle maglie perché, lavorando sovrappensiero, è facile scambiare per punti i ciuffi di lana che si attorcigliano al ferro e dopo qualche giro si rischia di trovarsi con qualche maglia clandestina di troppo.

Viv

Annunci