Il portamonete della nonna

Qualche tempo fa avevo inserito in un ordine via internet anche un paio di chiusure a clip con l’idea di provare a realizzare un portamonete come quello che usava la mia nonna, ma non solo la mia a dire il vero, credo infatti che in quegli anni tutti avessero portamonete di questo tipo e da bambina ne avevo uno anche io, tutto tempestato di mezze sfere di plastica colorata.
Nei decenni successivi nessuna giovane donna appena appena trendy si sarebbe fatta vedere in giro con un portamonete con la chiusura a scatto ma da qualche anno la moda è ripassata dal via e ha riportato in auge questi accessori.

Sui siti dedicati al cucito creativo esistono tantissime varianti di queste chiusure per colore, forma e dimensioni, perciò non è facile recuperare un pattern che si adatti con certezza alla chiusura che si ha a disposizione.
Nel mio caso l’attesa è stata lunga, perchè non volevo sprecare i miei preziosi acquisti per qualcosa che non fosse esattamente quello che avevo in mente.
Alla fine ho deciso di buttarmi e questo è il risultato.

IMG_0098_Fotor

Non posso dire che sia stato semplicissimo ma sono piuttosto soddisfatta. Come schema di partenza ho utilizzato un modello che si trova nel libro “Tilda’s Toy box” di Tone Finnanger, che si adattava quasi perfettamente alla mia clip.
Purtroppo la seconda chiusura che avevo acquistato ha un’arcuatura diversa e il pattern andrà modificato più significativamente ma per ora mi godo questo piccolo successo.

Collage_Fotor3_Fotor_Fotor

Viv

25 pensieri riguardo “Il portamonete della nonna

  1. Sììì, è perfetto! Viv, hai fatto un capolavoro, un portamonete panciuto che proprio ricorda quello delle nostre nonne.
    E se la chiusura è bellissima tu hai anche scelto il tessuto perfetto, i colori di quella fantasia sono azzeccatissimi!
    Un bacione cara, aspetto di vedere il prossimo!

  2. Quando ero piccola andavo a rovistare nella borsetta della nonna per giocare con il suo portamonete( che conservo ancora).
    Il tuo è bellissimo,con una bella chiusura e altrettanto tessuto… si farà notare!

  3. Delizioso..!! Non mi sono mai cimentata perché temo di non avere la pazienza sufficiente per finirlo, ma anche io ho una chiusura che aspetta e magari prima o poi ci provo.. un abbraccione . Paola

    1. Come in tutte queste cose bisogna fare con calma e precisione, se no alla fine non combacia niente e il bello è che lo scopri solo per l’appunto… alla fine. Magari con i prossimi sarà più semplice 🙂 bacioni, sono felice di rivederti anche sul tuo blog!

    1. A me quello che avevo da bambina tutto tempestato di perline pareva bellissimo… 😉 questione di età, scommetto che R. ha apprezzato tantissimo anche quello della nonna 🙂 un bacione anche a lei 🙂

  4. Anch’io ce l’avevo, anzi: chissà quanti ne ho avuti! La nonna lo chiamava borsellino (“bursin”). Uno che ricordo era verde tempestato di palline di plastica colorate. Ma il tuo non ce lo fai vedere?
    Comunque questo modello moderno è trendissimo 😉

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.