Mal d’Africa

Ancora cucce, sempre per il piccolo progetto di solidarietà a cui mi sto dedicando in questi mesi.
Questa volta il tema è l’Africa con una stoffa dai colori caldi del deserto e della savana su cui si rincorrono rinoceronti, elefanti, antilopi, ippopotami e ovviamente leoni.
Per i nostri felini di casa non dovrebbe essere poi così male riposare in loro compagnia.

Collage_Fotor_Fotor_Fotor

Tutti i dettagli sulle cucce li trovate nel post dedicato al tutorial di questi cuscini.

Alcuni dei mici della colonia a cui è legato questo progetto di cucito solidale hanno deciso di farsi conoscere e, in ordine sparso, vi presento Penelope, Ulisse e Berenice.

Collage_Fotor_Fotor

Viv

Annunci

17 pensieri riguardo “Mal d’Africa

  1. Ma che scoop, anche i felini della colonia, mi sembrano piuttosto soddisfatti.
    Sono bellissime queste altre creazioni e sai, si vede che la micina modella di casa è un po’ interdetta, sembra dire: vediamo se pure queste spariscono 🙂
    Baci cara, buona giornata!

  2. Sei bravissima e questa iniziativa collegata ai nostri piccoli amici più cari a quattro zampe. è meritevole ma il mio ma è che Sally è una cana e per di più viziata ha la sua poltrona e poi lo dico sottovoce il letto…
    Sheraconunabbraccio 😚🐶

    1. Anche qui si dorme della grossa sul lettone ma le cucce fanno la loro parte, essendo quattro gatte qualcuna che le utilizzi c’è sempre… Un bacetto a Sally che sa come godersi la vita 🙂

  3. Wow! Wow per le nuove cucce e wow per i mici della colonia 🙂
    A proposito: le mie cucce in lavatrice sono uscite benissimo 😉 e anche adesso sono occupate dalle due femmine di casa…
    Buon fine settimana felino 🙂

  4. Bellissima la cuccia! Sai che anche io a casa ho una poltrona sacco simile, e i miei la adorano!! Solo che devo cambiarci la fodera perché è col motivo della bandiera inglese e non c’entra nulla con la mia casa di adesso.
    Un bacione e una carezza a tutti i mici della colonia 🙂

    1. Purtroppo ieri mattina Berenice, la gatta più chiara in primo piano è morta e siamo ancora un po’ sconvolti. Le ragazze erano riuscite a prenderla per portarla in clinica per verificare una sospetta gravidanza e metterla al sicuro in uno stallo casalingo ma è morta per una crisi cardiaca. È vero, non si può salvarli tutti ma è sempre un dispiacere…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

This site uses Akismet to reduce spam. Learn how your comment data is processed.