Tag

, , , ,

Il primo week end di ottobre sono stata in un Centro Giardinaggio della zona per l’abituale scorta di ghiottonerie feline e mentre riempivo il cestello di croccantini e scatolette sono finita passo passo negli spazi dedicati alla Fiaba del Natale, un tripudio di stalattiti, aghi di pino e sfere in vetro soffiato da fare invidia ai mercatini dell’Alto Adige.
Devo dire che persino io che adoro gli allestimenti natalizi -al punto che mi ci sono dedicata senza soluzione di continuità proponendoli sul blog ogni 25 del mese- ho avuto un piccolo cedimento.
A conti fatti, parliamo di appena una ventina di giorni dopo la riapertura delle scuole e, ammettiamolo, messa così suona ancora più straniante.

Con largo anticipo sul Natale quest’anno ho ricevuto anche il mio primo regalo.
Un’amica dalla penna garbata e intelligente ha scritto una fiaba per me e mi ha stupito con il più gradito dei doni.
E poi, diciamolo, non capita davvero tutti i giorni che forbici e matassine prendano vita e raccontino cosa accade ne “La stanza della ricamatrice”.
Questo è il titolo della fiaba e ci trovate il mondo di Stravagaria attraverso gli occhi magici di Miss Fletcher.
Grazie di cuore ad un’amica speciale che mi ha onorata con un pensiero altrettanto unico.

A ragion veduta, dunque, il mio appuntamento con il Natale fuori stagione questo mese è all’insegna della gioia.

foto 3_Fotor

“Joy” by Lizzie kate.

Viv