Di cani, di gatti ed emergenze estive

Avevo realizzato alcune di queste pochette in passato, utilizzando degli scampoli di stoffa ricevuti in regalo da un’amica.
Ne avevo ancora per alcune piccole trousse e ho deciso di rifinirle con una bordura più allegra a quadrettini gialli, gli stessi che ho utilizzato per l’interno.

foto 5_Fotor_Collage_Fotor

Qualcuna finirà sui banchetti delle associazioni animaliste, che in questo periodo dell’anno devono fronteggiare l’emergenza abbandono e l’accudimento dei cuccioli che quotidianamente vengono raccolti sul territorio.

Come chi è assiduo del blog già sa, anche Penelope prima di arrivare nella nostra casa è stata una di quei gattini. Due anni fa in un afoso pomeriggio di fine luglio andammo a prenderla in gattile e ancora oggi sono in contatto con Marisa, la volontaria che si occupò di lei nelle sue prime settimane di vita.

foto_Fotor

Viv

17 pensieri riguardo “Di cani, di gatti ed emergenze estive

  1. La Penny è fortunatissima, forse tu non lo sai ma anche lei ha un blog e giusto l’altro giorno ha scritto di quanto sia felice di essere lì con te 😉
    Le tue pochette sono belle e originali e trovo splendido che alcune di esse siano destinate ai banchetti delle associazioni che si occupano degli animali abbandonati.
    Un bacione carissima, buona domenica a te e a tutti i tuoi felini 🙂

    1. Devo confessarti che la mia casa, da sempre, è un centro di raccolta. Vecchie coperte per l’ENPA, di tutto di più per i volontari del Gruppo Romania di cui fa parte figlia #2. Nella mia testa non esiste l’idea di buttare qualcosa che potrebbe essere utile a qualcuno che conosco…
      Un grande bacione e buona domenica…qui ancora sotto l’acqua.

    1. Penelope è la piccolina di casa, il nostro gioiello dell’Enpa, un carattere che di più buoni non ne esistono. Se vuoi vederla da piccina c’è un post tutto dedicato a lei e alla sua adozione, nella sezione “Gatti di Stravagaria”. Un bacione e buona domenica!

  2. Bravissima Viv. Anche i miei due gatti li avevo presi al gattile. Purtroppo non ci sono più, ma li ho nel cuore. Due parole per chi abbandona cani e gatti in estate: … no, ecco, non sta bene dire certe cose nei blog altrui…

    1. Come vedi anche io cerco di puntare al positivo e al buon esempio. In generale posso solo dire che chi fa del male a un animale, anche solo allontanandolo con un calcio spazientito, non avrà mai la mia fiducia. Io di gatti ne ho tre, la veterana, Camilla, non proviene dal gattile ma a suo modo è una gatta che avrebbe fatto una brutta fine… La terza è la blu di russia, l’unico “capriccio” ma mi ha scelto e ha fatto davvero di tutto per essere addottata 🙂

  3. Bellina Penelope! Io di feline ne ho tre, due vengono da dentro un cassonetto e la terza, piccina e malata, ha democraticamente deciso che l’avremmo adottata… che dire di più? Belle anche le borsine, brava!

  4. Bellissime le pochette e bellissimo il loro scopo! 🙂 Anche io avevo una gattina trovata per strada piccolissima, Pina, e` stata una preziosa compagnia per parte della mia vita, anche se adesso non c’e` piu` purtroppo… Il bene che le abbiamo fatto adottandola non e` niente in confronto di quello che lei con la sua presenza ci ha regalato. Non riesco a capacitarmi di come la gente possa compiere atti crudeli come l’abbandono cosi` facilmente, solo per andare in vacanza…

    1. So che non tutti lo comprendono ma per me organizzare le vacanze tenendo conto delle micette non è affatto un sacrificio. Come dici tu ricambiano con estrema generosità tutte le attenzioni che ricevono.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.