Io sto con Marta

Giorgio Ponte, Io sto con Marta

foto

Se è vero che ogni autore emergente sogna un libro cartaceo, è una realtà che molti arrivano a questo traguardo passando attraverso l’auto pubblicazione.
Uscire dall’anonimato con un romanzo che catturi la curiosità del pubblico attraverso il passaparola non è scontato ma certamente bendispone gli editori verso futuri progetti, sempre che il libro in questione abbia qualche merito.

Questo l’iter di Giorgio Ponte autore di un romanzo che recentemente ha scalato le classifiche di vendita di Amazon e che ha dalla sua una trama spumeggiante di estrema attualità.

Marta, palermitana sulla soglia dei trent’anni, si trasferisce a Milano per uno stage presso una casa editrice minore. Messa di fronte alla realtà truffaldina -la più classica delle opportunità che affligge i giovani di questi tempi- di un lavoro di puro sfruttamento senza neppure l’apparenza di un rimborso spese, si getta nella mischia del precariato collezionando occupazioni che le consentano di continuare a vivere nella capitale del nord senza chiedere l’aiuto economico dei genitori, in attesa della grande occasione.
Novella Bridget Jones, tra equivoci e disastri, incrocerà l’amicizia, incontrerà il vero amore e diventerà testimonial involontaria di tutti i precari milanesi, il tutto sotto lo sguardo benevolo del patrono locale cui Marta non dimentica di raccomandarsi e di fare le sue rimostranze.

L’autore dà voce ad una protagonista coraggiosa e pasticciona sullo sfondo di una Milano persino più accogliente e dinamica di quanto io non la riconosca. Un omaggio alla città che lo ha accolto sfatando pregiudizi e stereotipi sul grigiore meneghino.
Una scrittura che strizza l’occhio al femminile, assimilabile ad autrici come Kinsella e Bertola, che strappa più di un sorriso e che indulge eccessivamente nel parodistico soprattutto nella seconda parte del racconto quando la protagonista sfiora l’arresto per sequestro di persona a sfondo terroristico. Davvero poco verosimile ma non più di altri paradossali equivoci situazionali tipici di questo genere.

Adatto a passare qualche ora di puro svago -e per 0,99 centesimi non è cosa da sottovalutare- sorridendo in agrodolce di un dramma che tocca ormai ogni famiglia dello stivale italico.

Viv

19 pensieri riguardo “Io sto con Marta

  1. Giorgio Ponte l’ho conosciuto all’Università Cattolica durante un corso avanzato di scrittura creativa. Mi piaceva il suo modo di scrivere moderno e, allo stesso tempo, denso di contenuti. Dotato anche di una certa dose di sano humour, emergeva tra i tanti partecipanti al corso. Penso che comprerò il suo libro.
    Cordiali saluti.
    Nicola

    1. Quando l’avrai letto mi farebbe piacere sentire il tuo parere. A me è parso abbia delle potenzialità, pur nella grottesca paradossalità dell’ultima parte. Non mi è dispiaciuto 🙂

  2. Io non ne avevo mai sentito parlare, pensa un po’. E quando sento di questi autori che auto pubblicandosi trovano una strada mi sembrano sempre fiabe della buona notte, ma evidentemente ci sono.

    1. Qualcuno in effetti riesce a farsi conoscere e a ritagliarsi un piccolo spazio di credibilità per assicurarsi l’attenzione delle case editrici. Il passaparola, il tam tam mediatico, un buon prodotto e quel pizzico di fortuna che non deve mai mancare. Senza tralasciare il fatto che un prezzo di “lancio” di 0,99 centesimi è davvero alla portata di tutti e invoglia all’acquisto.
      Io ti auguro davvero di cuore di poter pubblicare un tuo libro di fiabe con le belle illustrazioni patinate che sogni! 🙂

      1. Ah, dici? Io ci credo molto poco. Sai, io conosco diversi scrittori che ci provano, ma è difficilissimo. E in ogni caso chi riesce alle spalle ha fior di esperienze e una grande preparazione. Insomma, nulla succede per caso. Ed è giusto così. 😉

  3. Che libro spumeggiante, sembra davvero una lettura gradevole, neppure io l’avevo mai sentito e mi rincuora sapere che qualcuno riesce a emergere grazie all’autopubblicazione, è un giusto riconoscimento all’originalità e a al talento.
    Quanti libri presenti Viv, sempre brava tu a scoprirli.
    Un bacione carissima!

  4. Vado subito a vederlo. Mi incuriosisce molto. Si avvicina la primavera e con essa ritorna il prurito di scrivere anch’io qualche storia… è, come si dice in medicina, un’infezione ricorrente!
    Baci

    1. Non so se possa soddisfare il tuo palato fino ma è senza dubbio una lettura di intrattenimento e se conosci le due scrittrici a cui faccio riferimento sai dove vai a parare. Le tue storie le aspetto con entusiasmo, la primavera arriva anche per risvegliare qualche talento sopito 🙂 bacioni

    1. L’e-reader permette di entrare nel mondo del self puphishing elettronico a prezzi davvero irrisori che giustificano il rischio di acquistare un autore sconosciuto. Buona giornata!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.