Il palloncino

Ogni anno in primavera i bambini della scuola materna celebravano la festa dei palloncini.
Ogni bimbo portava all’asilo un palloncino colorato e tutti insieme, legati come un immenso mazzo di fiori, venivano liberati nel cielo con un messaggio in bottiglia.

Gli occhi sgranati, pieni di luce, guardavamo scomparire all’orizzonte un sogno e grande fu la sorpresa e l’eccitazione quando un anno -addirittura da un paese straniero- arrivò un pacco pieno di caramelle di zucchero in cambio di quei palloncini colorati.

La mamma comprava il palloncino a me e mio fratello, il venditore di palloncini lo legava con un nodino intorno al piccolo polso e per pochi metri camminavamo con lo sguardo incollato al filo teso.
Magia e dispiacere sottile in quei palloncini che furono gli unici che riuscii ad avere.

Per simmetria casuale manca il palloncino anche alla bambola di pezza che vola verso il cielo aggrappata ad un filo sul coperchio di questa scatola per la quale ho utilizzato la stessa cotonina tirolese con le melette ed un ricamo di Priscilla Hillman, come per la scatola con il ginger.

Ho tolto il palloncino per accentuare l’effetto dinamico e dare centralità alla bambolina.
Nessuna sindrome latente da piccola fiammiferaia, dunque. Nella mia felice infanzia non è mancato nulla di ciò che conta davvero nella vita di un bambino.

Dedicato alla mia mamma che “quel” palloncino me l’ha sempre comprato.

Viv

29 pensieri riguardo “Il palloncino

  1. Sicuramente la mamma aprrezzerà il bel pensiero. Noi, nelle valli lombarde, facevamo la festa degli alberi: Tutti insieme si andava in un prato e si piantavano uno o due alberi. Poi si mangiavano le brioches veneziane e si giocava all’aria aperta per il resto della mattina!

    1. Mi sembra più divertente la festa degli alberi di quella dei palloncini. L’idea di togliere a un bambino il palloncino appena ricevuto non mi è mai sembrata una trovata vincente. Bacioni

  2. quella mancanza è proprio bella perché lascia immaginare. Voglio dire: la bambolina può penzolare da tutto, anche da una nuvola, da un sogno, non solo dal palloncino.

  3. Non ho mai avuto da piccola un palloncino 😦 in compenso ne ho comprati tanti ai miei bambini 🙂
    La scatola è semplicemente stupenda !
    Bacio♥

    1. Allora mi capisci se dico che lasciar quel palloncino in mano alla maestra era un vero dispiacere visto che non ce ne sono stati altri… Mi sono rifatta anche io da mamma ma si sono rifatti anche i miei da nonni! 🙂 Grazie Liù!

  4. Bellissime queste scatoline! quanto ai palloncini…da piccola li lanciavo pure io e con una cartolina con l’indirizzo. Una volta mi ha riscritto una famiglia e per anni ci siamo tenuti in contatto! Un abbraccio

    1. Una variante al messaggio in bottiglia che, palloncino a parte, ho sempre trovato suggestiva… da piccina non riuscivo proprio a capire perché i palloncini gonfiati a bocca non volassero 😉

  5. A parte che i tuoi lavori come sempre sono una delizia, questo post è di una tenerezza infinita…oggi tu e Topina siete in vena di ricordi d’infanzia, che dolcezza!
    Bacetti cara, brava!

  6. Sai che nel mio paese c’è la stessa usanza di lanciare i palloncini in aria il giorno del patrono? Attaccato ad ogni palloncino c’è una cartolina. L’anno successivo, durante la solita festa, premiano il bambino al quale apparteneva la cartolina arrivata da più lontano. Non ricordo di aver lanciato il palloncino con dispiacere. Forse qui era un male in comune con tutti gli altri i bambini. Bella la scatola!Come sempre 🙂

    1. Non so, forse lanciarlo da soli rientra in una scelta condivisa…comunque sono abbastanza sicura che se chiedessi a mio fratello mi direbbe che non gli ha causato mai tristezza consegnare il suo palloncino 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

Questo sito utilizza Akismet per ridurre lo spam. Scopri come vengono elaborati i dati derivati dai commenti.